Esordio amaro per il Frosinone Calcio in questa sua seconda volta in serie A. Nel posticipo di Bergamo, contro l'Atalanta, i giallazzurri guidati da mister Longo si arrendono ai padroni di casa per 4-0. I ciociari ancora non appaiono al meglio della forma contro una compagine, invece, dai meccanismi sicuramente più fluidi. Rei di un atteggiamento troppo attendista non riescono poi a sfruttare il gioco in profondità e subiscono l'invettiva avversaria. 

L'avvio di gara
I locali partono ben carburati e già al 5' provano a sbloccare l'impasse della gara con Barrow servito da Pasalic: sul suo destro da fuori area si impone Sportiello. All'11' risponde Ciano ma il suo tentativo sbatte contro il legno. Tre giri di orologio e Gomez firma il vantaggio nerazzurro scaricando la sfera sul secondo palo. I bergamaschi gestiscono il possesso palla, Ciano ci prova ancora al 42', il suo sinistro è di poco fuori. Il primo tempo si chiude sull'1-0.

La ripresa
L'Atalanta trova il raddoppio ad appena 3' dall'inizio della seconda frazione di gioco. Traversone di Gomez dall'out destro sul secondo palo, ci arriva Hateboer che la piazza al volo sotto la traversa. Quando è da poco passato il quarto d'ora i lombardi realizzano il 3-0: Gomez crossa rasoterra e la mette al centro, non ci arriva Krajnc e sul secondo palo c'è in agguato Pasalic che firma il tap in vincente. Ribatte Perica al 21', non inquadra la porta. Nel corso del secondo minuto di recupero, i bergamaschi calano il poker con Gomez, il cui destro da fuori area si infila sotto la traversa: 4-0.