Inizia con l'amaro in bocca la stagione del Frosinone, che nella prima gara ufficiale incappa nell'ostacolo SudTirol e viene eliminato nel terzo turno preliminare di Coppa Italia. I giallazzurri sul neutro del "Vigorito" di Benevento hanno sofferto la miglior condizione degli avversari, subendo le offensive biancorosse e creando poche palle gol nitide. Nel post gara, all'interno della sala stampa dello stadio campano, ci pensa Camillo Ciano a spiegare l'andamento della partita. «Secondo me è mancato l'atteggiamento, perché è vero che siamo in fase di preparazione fisica ma è altrettanto vero che tra una settimana inizia il campionato e lì non si può sbagliare nulla.

Se oggi gli attaccanti del Sudtirol hanno sbagliato qualche gol, in Serie A sappiamo che al minimo errore la squadra avversaria ti punisce. Dobbiamo dare di piu, questa è l'unica cosa che dobbiamo fare. Rispetto allo scorso anno abbiamo cambiato tanti elementi e sicuramente ci vorrà un po' di tempo per capire e conoscere tutte le caratteristiche dei nuovi.
Dobbiamo fare in fretta perché ormai il campionato è alle porte, e dobbiamo fare qualcosa in piu. Abbiamo visto oggi che il calcio non perdona, perché basta un errore per prendere gol, quindi bisogna migliorare sotto alcuni aspetti».

Un'ultima battuta, poi, sulla prima gara di campionato del prossimo lunedì all''Atleti Azzurri d'Italia contro l'Atalanta di mister Gasperini. «Sarà una partita nella quale dovremo correre tanto perché i bergamaschi nelle ultime stagioni sono sempre andati molto forti, e se non sei preparato adeguatamente rischi di fare brutte figure. Noi questo non possiamo permettercelo, per cui ce la giocheremo come abbiamo sempre fatto»