Con lui, come si suol dire in gergo, le chiacchiere stanno a zero. Ogni inizio stagione viene considerato tra le riserve di lusso del Frosinone ma poi, puntualmente, scala le gerarchie, si guadagna una maglia da titolare, e non la perde più fino al termine della stagione. Basta pensare, senza andare troppo lontano, che nell'ultimo campionato ha collezionato 39 presenze (su 42) nella regular season e 4 nei play off. Perché Matteo Ciofani è uno di quei calciatori che ogni allenatore vorrebbe avere nella sua rosa di squadra. Sempre pronto al sacrificio e a dare ben oltre il 100% delle sue possibilità.
«Il lavoro dice non mi ha mai spaventato. Anzi. La mia applicazione in ogni singola seduta è sempre massima.
Nulla è mai lasciato al caso. E così ogniqualvolta si presenta la mia occasione riesco a farmi trovare pronto per sfruttarla nel migliore dei modi».

Diciotto presenze nella tua prima volta in Serie A. In questa stagione pensi di poter giocare qualche partita in più? «Siamo in piena preparazione, ma anche nel vivo del mercato. Per cui tutto può succedere sia per quanto riguarda gli arrivi che le partenze. Vedremo quello che accadrà. Io in questo momento sono tranquillo, lavoro sodo come sempre, poi deciderà il mister».

Alla luce di quelli che fin qui sono stati i nuovi arrivi e considerando anche che ce ne saranno altri, ritieni che questo Frosinone possa essere più forte di quello che ha giocato per la prima volta in Serie A nella stagione 2015-2016?
«Ne sono convinto. Sono stato presi calciatori importanti e che a differenza di buona parte degli acquisti del primo anno di A, conoscono questo nostro campionato. Gente di esperienza e qualità. Ma vorrei sottolineare anche che sono dei bravissimi ragazzi, con doti umane importanti. E questo in una squadra che ha sempre fatto della coesione e forza del gruppo il suo cavallo di battaglia, diventa di fondamentale importanza».

Con la maglia del Frosinone hai praticamente raggiunto ogni obiettivo prefissato ad eccezione di uno: la salvezza in Serie A. Pensi che a fine maggio potremo dire che Matteo Ciofani avrà centrato anche questo?
«È il sogno di tutti noi. Siamo qui e lavoriamo sodo per far si che a maggio possa diventare realtà. Per quanto mi riguarda dico che abbiamo tutte le carte in regola per riuscirci. Per noi equivarrebbe a uno scudetto. La rosa di squadra che sta venendo fuori, come dichiarato in precedenza, sta assumendo una forma importante per il tipo di campionato che andremo ad affrontare. Acquisti di valore per la categoria, ma anche maggior esperienza da parte di noi "vecchi" avendo già assaporato tre anni fa la Serie A. E tutto questo senza dimenticare la crescita generale dell'a m b i e nte che ci circonda a cominciare dal nuovo stadio e da questa tournée».