Mercoledì 11 luglio, il Frosinone Calcio presenterà la prossima campagna abbonamenti nel corso di un incontro fissato al ore 12 nella sala stampa dello stadio "Benito Stirpe". Nell'occasione il presidente Maurizio Stirpe renderà noto anche il nuovo organigramma societario. Questo si legge in un comunicato che la società ha reso noto nel pomeriggio di ieri. Il lancio della nuova campagna di abbonamento, che non dovrebbe superare quota 11.000/12.000 abbonati, è molto attesa dai tifosi giallazzurri.

Open Day con gli sponsor
Come un anno fa, gli sponsor del Frosinone si sono intanto ritrovati al "Benito Stirpe". Come un anno fa sono stati presenti il presidente Maurizio Stirpe, il direttore Marketing & Comunicazione-Rapporti istituzionali Salvatore Gualtieri. E poi, ovviamente, tutti gli sponsor seduti in tribuna centrale per ascoltare gli interventi delpatron edello stesso Gualtieri che hanno avuto come punto in comune la necessità di stare sempre più uniti attorno alle sfide che si prepara ad affrontare il Frosinone nel prossimo più impegnativo e affascinante campionato.

«Siamo qui – ha esordito il presidente Stirpe – e possiamo dire che almeno noi non ce la stiamo godendo troppo questa promozione in serie A. Abbiamo terminato tardi, dobbiamo iniziare presto, dobbiamo fare anche in fretta e naturalmente dobbiamo fare bene. È questa la cosa più importante. E per fare bene serve ancora di più il contributo di tutti, a partire dai tifosi, perché adesso il gioco si fa veramente duro. Avere la possibilità, la prossima stagione, di restare in serie A sarebbe come essere promossi in serie A per noi. La Società non lesinerà nessuno sforzo, tutto quello che potremo mettere in campo lo metteremo come abbiamo sempre fatto in questi anni. Ma ripeto: sarà importante e decisivo il vostro apporto, l'apporto di tutti quelli che ruotano attorno al Frosinone e quindi i tifosi, gli sponsor, i miei collaboratori, i calciatori. Per alzare la famosa asticella della qualità abbiamo bisogno di risorse importanti. Noi cercheremo di guadagnarci il contributo che ci onorerete di dare ma questa volta ci attendiamo tanto perché la serie A ce la dobbiamo conservare tutti insieme, è un bene troppo prezioso. Siamo venuti in A per rimanerci. Conto davvero sul vostro buon cuore e sulla vostraintelligenzae spero che anche quest'anno riusciremo a fare un ottimo lavoro insieme». Fin qui il presidente Stirpe.

Il direttore Gualtieri con estrema lucidità ha affrontato la parte centrale del suo intervento parlando dei due punti cardini su cui dovrà poggiare la missione commerciale del Frosinone 2018/2019: interpretare il rapporto con gli sponsor e il motivo più importante per cui gli sponsor stessi debbono legarsi al Frosinone Calcio. «Prima di tutto ha continuato Salvatore Gualtieri mi piace sottolineare che il Frosinone vede il rapporto con gli sponsor in maniera innovativa, credo di poter dire nel modo in cui lo vedono poche società. E quel rapporto deve andare oltre il semplice contratto pubblicitario. Il mercato è cambiato: il concetto nudo e credo del controvalore è superato. Oggi siamo di fronte alle proposte del valore di scambio che contiene un'of ferta, a monte, in termini emozionali. E il calcio fa di questo miracoli perchè ci permette di offrire una serie di prodotti che fanno leva anche sul valore emozionale».

Domenico Verdone, responsabile commerciale-organizzativo ha presentato il nuovo piano commerciale. «Abbiamo creato dei pacchetti ad hoc che, siamo certi, valorizzeranno ed esaudiranno appieno le richieste degli sponsor. Le tipologie di offerte sono varie. Nella prossima stagione ai diritti Tv di Sky e Perform andranno sommati anche i diritti internazionali.
Quindi una vastissimaplatea di tifosi ed anche semplici appassionati potranno avere ampia visione dei marchi presenti all'interno dello stadio grazie ad una capillare rete di telecamere e riprese da più angolazioni».