Termina in parità al Tombolato di Cittadella la gara di andata di semifinale playoff tra i padroni di casa e il Frosinone. L'1-1, di fatto, è un risultato che va più a genio agli uomini di Moreno Longo che ora hanno due verdetti a favore su tre da cercare, la prossima domenica, tra le mura amiche del "Benito Stirpe". 

L'avvio di gara
In terra veneta parte più propositivo il Frosinone che si affaccia spesso nella trequarti avversaria. I padroni di casa cercano di pungere da calcio d'angolo ma Ciofani mette fuori. Al 17' urla di gioia il "Leone" con la rete a firma di Paganini: dalla bandierina Ciano la mette sul secondo palo, mischia davanti alla porta difesa da Alfonso e l'ala giallazzurra trova il tocco vincente. Lo 0-1 sveglia la formazione granata che prova ad aggredire mentre gli ospiti contengono bene le invettive locali. Poco dopo la mezz'ora, il Frosinone cilecca il raddoppio: un errore di Varnier lascia Dionisi libero di impossessarsi della sfera e servire Ciano al centro dell'area che si coordina e calcia; il tiro viene parato, ci arriva poi Sammarco ma Settembrini respinge sulla linea. I locali sono pericolosi su punizione, ma non concretizzano. Quasi allo scadere del primo tempo, però, arriva il pari. Da una rimessa laterale per il Cittadella, Pezzi mette al centro, retropassaggio di Strizzolo per Chiaretti che scarica sul secondo palo trovando l'intromissione di Gori e poi di Brighenti, decisivo nell'ingannare Vigorito, ed è 1-1.

La ripresa
Il secondo tempo inizia con i padroni di casa aggressivi mentre i giallazzurri soffrono. Attorno al 10', i cittadellesi mancano per poco l'appuntamento con il vantaggio con Adorni che non riesce a gonfiare la rete colpendo male la palla. Poche occasioni e meno verve dell'avvio con le due compagini che, più passano i minuti sul cronometro e più sembrano accontentarsi del pari. Sul finale si scaldano gli animi ma non i ritmi e termina con un gol per parte una partita battagliata ma sicuramente non spettacolare.