C'è ovviamente attesa nell'ambiente del Frosinone per conoscere la sentenza che la Corte federale d'Appello emetterà nel tardo pomeriggio di oggi. Se i giudici di secondo grado confermeranno i due punti di penalizzazione decretati dal Tribunale federale nazionale, la partita dei preliminari tra Cittadella e Bari si disputerà allo stadio "Piercesare" Tombolato con la conseguenza che le possibilità di passaggio del turno potrebbero aumentare per la formazione di Venturato alla quale basterebbe anche soltanto il pari. In tal caso diventerebbe l'avversario del Frosinone nel duplice confronto della semifinale.

Moreno Longo, alla domanda su chi preferirebbe incontrare, appunto, tra il Bari e il Cittadella non ha avuto dubbi, affermando di non avere preferenze. Aggiungendo che «i play off sono un mini-campionato a parte con dinamiche che possono essere sovvertite in ogni momento, perché si gioca in partite ravvicinate e con pressioni diverse» che possono determinare comportamenti differenti a quelli offerti in campionato. Quindi c'è attesa, dicevamo, anche perchè da domani mattina, alla ripresa della preparazione, tecnico e squadra sapranno dove si giocherà l'incontro preliminare, mentre dovranno attendere domenica per conoscere anche il nome dell'avversario.
Domani, intanto, dopo i due giorni di riposo, per i canarini inizierà il periodo più importante della preparazione ai play off e anche il più difficile. Chiaro che più si avvicinerà il giorno del debutto nel "mini-campionato" di fine stagione, più aumenteranno le pressioni e le ansie per la posta in palio da conquistare. Toccherà allora al tecnico cercare di lavorare, oltre che sul campo, anche fuori perchè la squadra arrivi al primo incontro nelle migliori condizioni psicologiche. Dionisi e compagni, comunque, hanno cominciato a preparare i play off martedì 22 giugno, quattro giorni dopo il pareggio con il Foggia, per riprendere fiato dopo una settimana di intenso lavoro e dopo l'amichevole vinta sul Rieti sei a uno. Dopo due giorni di riposo, come detto, domani tutti di nuovo in campo (sempre a Ferentino), per continuare gli allenamenti fino alla vigilia della prima partita dei play off. Come l'affronterà il Frosinone di Moreno Longo? A sentire il tecnico, con la voglia matta di vincerli, supportata da un grande spirito di rivalsa dopo la delusione e l'amarezza patite alla conclusione della gara con la squadra di Stroppa. Sul piano tattico e della formazione, Longo ha detto ben poco nel corso della conferenza stampa di martedì. Ha preferito parlare più in generale e precisare che in campo ci andranno sicuramente gli undici che daranno garanzie soprattutto sul piano atletico e psicologico, punti fermi nei play off dove possono fare la differenza. D'altra parte parlare di formazione a una settimana dal primo impegno è sicuramente difficile oltre che prematuro. Anche se qualche gerarchia c'è in seno ai valori della rosa giallazzurra e alla quale difficilmente si può rinunciare. Dice bene, comunque, Moreno Longo quando precisa che «dovranno essere i ragazzi a facilitarmi il compito delle scelte quando dovrò scegliere la formazione da mandare in campo».