Una sfida che è già iniziata. E che, dal campo di pallone attraversa i social network e unisce idealmente, anche se non troppo amorevolmente, lecittà interessate all'evento. Frosinone-Foggia si disputa venerdì sera allo Stirpe: in palio la A per i canarini, l'onore per i satanelli, ormai fuori dai giochi per i play-off. L'attesa è tutta per mercoledì quando si deciderà se autorizzare o meno la trasferta dei pugliesi al Casaleno.

L'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ha già catalogato la sfida a rischio e ha, per il momento, sospeso ogni decisione sulla vendita dei biglietti agli ospiti. Di concerto con la prefettura di Frosinone sarà effettuata un'analisi approfondita dei rischi e degli scenari possibili. Quindi sarà presa la decisione (concertata). Intanto sul web si hanno piccate reazioni. La scelta, infatti, non riguarda unicamente frusinati e foggiani, con i primi doppiamente interessatidalla possibilità di un ulterioremigliaio di biglietti da acquistare perassistere alla sfida, alla finestra ci sono anche parmensi e palermitani, in lizza con i canarini per la promozione diretta alla massima serie.

L'uscita del sindaco Nicola Ottaviani che, all'indomani dell'esito del match di Chiavari, aveva sollecitato il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica a un divieto di trasferta, parlando di «un incontro sostanzialmente irrilevante per la classifica della squadra pugliese» non è piaciuto ai gruppi di tifosi fuori Frosinone. Tutto, comunque, è demandato alla decisione di domani. Una scelta sulla quale pesano e non poco i precedenti non proprio amichevoli tra le due tifoserie. Nel match d'andata gli ultras rossoneri si scontrarono con la polizia che cercava di evitare contatti con i frusinati: ci furono arresti e daspo.

Recentemente un gruppo di frusinati ha denunciato il danneggiamento di un pulmino in autostrada da parte di facinorosi foggiani a seguito di un incontro casuale con i canarini di ritorno da Parma e i pugliesi da Cremona. Prima dell'ultimo match tra Foggia e Salernitana, un gruppo di tifosi campani è stato aggredito con il ferimento di una persona. Andando
a ritroso nel tempo altri disordini si sono verificati in occasione delle sfide tra ciociari e pugliesi il 29 settembre 2002 a Foggia, il 10 marzo 2002 e il 2 febbraio 2003 sempre a Frosinone con denunce e arresti.