"La carica dei 200" è partita da Frosinone, destinazione la Sicilia, Palermo e ancor più da vicino lo stadio "Renzo Barbera". L'occasione è di quelle extra lusso perché il Frosinone Calcio andrà a vedersela, questa sera alle 18.00, con la quarta forza del campionato, ovvero i rosanero guidati da mister Tedino. E ad un appuntamento così importante non potevano mancare i tifosi ciociari, quelli che ogni sabato gremiscono il loro "fortino", quel "Benito Stirpe" dove è di rito sostenere a tutta voce i beniamini di casa, dove si canta per 90 minuti, dove la lezione d'orgoglio è una soltanto e vale però per mille: rispetto per ogni avversario, timore di nessuno. Proprio senza nessuna paura, animati dall'orgoglio di essere tra le grandi cadette e dal desiderio di restare in cima a quella classifica, gli oltre 200 supporters non hanno abbandonato il loro "leone" nemmeno in una trasferta così lunga e complicata come quella odierna. La giornata dedicata al loro amore giallazzurro è iniziata alle 4.00 del mattino, quando da Piazzale Europa sono partiti con i mezzi propri per imbarcarsi poi sul traghetto che li ha portati nel capoluogo siciliano e nella tana del "nemico". Non sono certo nuovi agli spostamenti in giro per l'Italia, gli ultras canarini; irrequieti e trepidanti, non vedono l'ora di scaldare gli spalti palermitani, piazzare vessilli e striscioni e cercare di farsi sentire il più possibile da Ciofani e compagni tra la bolgia del tifo casalingo. La nona giornata di campionato serie B, d'altronde, è gara di cartello e come mette davanti due formazioni che assicurano spettacolo, altrettanto accadrà in curva. La capolista ciociara è partita con l'obiettivo di fare bottino pieno e regalare l'ennesima gioia a tutto il suo pubblico, soprattutto a chi ha percorso circa 850 km per portare il proprio sincero, accorato sostegno; i padroni di casa faranno di tutto per impedirglielo e ridare slancio alla piazza siciliana. Lo show della vecchia "Favorita" è praticamente assicurato, ora si attende solo il fischio d'inizio.