Gioia contrapposta a tristezza. È questo il sentimento che si prova al momento in casa Frosinone dopo la bella e meritata vittoria nel big match di sabato pomeriggio al "Benito Stirpe" contro il Parma e conseguente primo posto in classifica, a cui fa da contrasto il brutto infortunio subito da uno dei suoi tanti giocatori simbolo: Paolo Sammmarco. Soltanto questa mattina il centrocampista canarino è stato sottoposto a risonanza magnetica presso la clinica Villa Stuart di Roma il ginocchio infortunato, ma è praticamente scontato che per lui si tratta della rottura del legamento crociato dell'arto sinistro.

Emergenza in mediana
Una bella tegola per mister Longo che rischia di perdere uno dei suoi calciatori più esperti e importanti dello scacchiere giallazzurro, fino al termine della stagione. Non ultimo, un infortunio che va ad aggiungersi a quelli di altri due centrali della linea mediana: Gori e Frara. Il primo, lo ricordiamo, sta cercando di smaltire nel più breve tempo possibile una distrazione del legamento della caviglia, ma ne avrà comunque per almeno tre settimane, mentre il secondo ha avuto una ricaduta sabato pomeriggio allo stesso polpaccio che lo aveva tenuto fuori nei quindici giorni che hanno preceduto la sfida contro gli emiliani. Se poi aggiungiamo che l'infermeria dei ciociari vede presente anche Soddimo, schierato in qualche gara da centrale e che nella passata stagione ha ricoperto a lungo questo ruolo, ecco che si può tranquillamente parlare di emergenza totale per quanto riguarda la mediana centrale. In altre parole per quel ruolo sono rimasti due soli giocatori a disposizione di mister Longo: Maiello e Besea.

Idea Brighenti
Nell'intervista del dopo Parma l'allenatore del Frosinone, sollecitato su questo tipo di problema, ha parlato di possibile arretramento di Ciano, ma chiaramente in un centrocampo centrale con tre uomini. Soluzione possibile, ma da provare, così come Longo potrebbe non disdegnare l'idea di avanzare a centrocampo Brighenti. Un calciatore che ha personalità, tempi, piedi e corsa per poter, a nostro modesto avviso ricoprire quel ruolo. Magari non già dalla sfida di sabato a Spezia considerando che nell'occasione il Frosinone dovrà fare a meno di Ariaudo squalificato e, quindi, cambiare in un sol colpo due elementi del terzetto arretrato potrebbe essere rischioso.

Bella scelta Ciano trequartista
Brighenti a centrocampo garantirebbe certamente equilibrio nella fase di non possesso e questo al momento potrebbe bastare. Perché in quella di possesso il Frosinone ha dimostrato contro il Parma che schierando Ciano nel ruolo di trequartista alle spalle di Daniel Ciofani e Dionisi, molto più vicini tra loro, si può arrivare a mettere in seria difficoltà qualsiasi avversario. Come accaduto nella prima mezz'ora della partita di sabato, quando i canarini hanno espresso il miglior gioco da inizio stagione ad oggi, fino al momento dell'infortunio di Sammarco che ha scosso in tutto per tutti i suoi compagni sotto il profilo psicologico.

E intanto un grazie a Longo
Nella conferenza stampa della vigilia della sfida contro il Parma avevamo chiesto all'allenatore dei ciociari se prima o poi ci avrebbe "accontentato" nel vedere giocare Ciano trequartista pronto a cercare e giocare palla tra le linee e Dionisi più vicino a Daniel Ciofani. Ci ha risposto che un giorno sarebbe potuto accadere, ma bisognava lavorarci. Quel giorno è arrivato ventiquattrore più tardi. E allora grazie mister!