Conferenza stampa del sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e del presidente del club giallazzurro Maurizio Stirpe all'interno del nuovo stadio del capoluogo ciociaro intitolato alla memoria di Benito Stirpe. Presente anche l'avvocato Ceci.

Apre la conferenza il presidente Maurizio Stirpe. 

"Ringrazio coloro che hanno lavorato per questa opera. Siamo soddisfatti del fatto che siamo riusciti a centrare il risultato. Al momento c'è una concitazione più apparente che reale. Una delle azioni più belle nella mia vita imprenditoriale. In un anno è stata realizzata questa opera fortemente voluta anche dal sindaco, senza il suo contributo non saremmo arrivati a questo punto. Abbiamo collaborato con l'amministrazione con lo scopo di realizzare l'opera. Ringrazio anche le autorità e le istituzioni che hanno permesso un percorso veloce e professionale. Abbiamo discusso sul metodo, ma siamo arrivati al risultato. Sono felice di consegnare la gestione della struttura a Vittorio (Ficchi, ndr). Vorrei che questa struttura sia un punto di riferimento, un luogo di aggregazione. Così come deve essere uno stadio moderno. Il campo CONI è un'altra priorità per la città, un altro luogo che va salvaguardato. Questa è la fine di un percorso e l'inizio di un altro percorso. La Serie A? È stata una eventualità che all'inizio del percorso non avevo preventivato, mio padre sotto questo punto di vista aveva un altro pensiero. Adesso vogliamo rispondere bene alle aspettative della gente e far vivere lo stadio sette giorni su sette. Vogliamo creare un Frosinone Village nella zona antistante i distinti". 

Poi Maurizio Stirpe ricorda. 

"Il giorno della promozione in Serie A ho immediatamente pensato sul dove saremmo andati ad allenarci. Abbiamo investito sulle infrastrutture. Con questo voglio dire che dietro questi percorsi ci sono state delle profonde riflessioni. Alla fine non abbiamo tenuto la Serie A, ma abbiamo fatto il centro sportivo e lo stadio e oggi abbiamo una squadra di alta competitività".

Parola al primo cittadino Ottaviani. 

"Tutti hanno lavorato nella stessa direzione. Questo stadio rappresenta un'opera importante per il territorio. Ha inciso il sacrificio enorme e la voglia di mettersi in gioco. Abbiamo avuto costanza e applicazione per raggiungere l'obiettivo. Questa esperienza può essere un punto di inizio e di sintesi per altre esperienze in Italia. Ringrazio il presidente e lo ringrazia la città per averci creduto fino in fondo. Questa è un'opera che viene gestita dal privato per 45 anni. Chi sa gestire è giusto che gestisca. Anche noi diamo un contributo affinché il Paese vada avanti. Il finanziamento pubblico c'è stato. Abbiamo creduto, pubblico e privato, in maniera reciproca alla stessa scommessa. Importante implementare questo stadio con tutto quello che è rivolto alla socializzazione". 

In merito alla strada di accesso il sindaco ha dichiarato.

"Sembrerebbe che la vicenda si sia sbloccata".

L'intervento dell'avvocato Ceci

"Ringrazio Stirpe per avermi voluto coinvolgere nella realizzazione di questo sogno. Esperienza irripetibile. L'impegno è stato massimo. Obiettivo raggiunto con professionalità e passione".

Domani in programma a partire dalle ore 17 l'inaugurazione dello stadio Benito Stirpe. 

Domani ampio servizio su Ciociaria Oggi