L'emergenza in difesa sta per essere debellata nel senso che Eusebio Di Francesco potrebbe avere recuperato due difensori di ruolo e, quindi, dire grazie a Brescianini e Gelli che da centrocampisti hanno dovuto vestire i panni di terzini nelle ultime due gare di campionato. Lo ha lasciato intendere il tecnico all'inizio della conferenza che nel pomeriggio di ieri si è tenuta nella sala stampa del "Benito Stirpe".

Rispondendo alla domanda se Bresciani e Gelli potranno rientrare nei ruoli originari e se in vista della gara con la Roma ci saranno altri recuperi, Di Francesco ha precisato.
«Lirola e Valeri si sono allenati per l'intera settimana, quindi mi offrono la possibilità di spostare in avanti i due centrocampisti oppure di alternarli nel corso della gara. Altri recuperi potrebbero esserci nella settimana prossima ma non abbiamo certezze. Ghedjemis e Zortea sono i due che stanno un po' meglio». Da questo punto di vista l'incontro di ieri pomeriggio ha portato notizie confortanti circa il periodo di emergenza collegato alla serie di infortuni a catena.

Insomma, considerando anche Monterisi tra i recuperati, la difesa potrebbe essere diversa per i tre quarti rispetto a quella schierata nelle ultime gare.
«Qualcosa cambierò – ha precisato il tecnico – ma dipende anche dagli avversari. Tornando a Gelli e Bresciani sono giocatori che tutti gli allenatori vorrebbero avere. Per l'impegno che ci mettono e per la disponibilità che danno sempre. Sono sembrati terzini nati. Sono capaci di giocare in diversi ruoli e nei momenti di difficoltà sono un'arma in più».
Come andrà affrontata la Fiorentina?

«Penso che non ci prenderanno sotto gamba e che ci rispetteranno come hanno fatto le altre squadre già affrontate. Finora non abbiamo mai vinto fuori casa, anzi abbiamo conquistato pochi solo tre pareggi e da questo punto di vista penso anche che siamo stati penalizzati. Avremmo meritato qualcosa di più ma alla fine qualcosa può rientrare. È chiaro che la Fiorentina vorrà fare i tre punti e noi dovremo affrontarla dando il massimo per la maglia che indossiamo. Comunque il nostro obiettivo resta legato non alla singola partita ma alle trentotto. La salvezza passa per tutti gli incontri dal primo all'ultimo. Se riusciremo a ripetere gli stessi punti del girone di andata dovremmo farcela».

Che avversario si troverà di fronte il Frosinone?
«Una squadra che nel girone di andata ci ha creato problemi. Nell'occasione siamo stati bravi nel restare in partita e a reagire. Loro non ti offrono punti di riferimento. Ti vengono a prendere alti e ti attaccano. E poi bisognerà stare attenti sui cross dal fondo visti i loro buoni colpitori di testa».

Ancora su Brescianini e su Gelli.
«Ben predisposti al lavoro e al sacrificio e come gli altri ragazzi hanno serietà e sono dei veri professionisti».
Precisato che Bourabia non sarà convocato perché ceduto alla squadra turca del Kayserispor, il tecnico ha concluso...
«Tra i convocati ci saranno Caso, Baez e forse Bidaoui. I ragazzi debbono sapere che il mister guarda tutti e che possono sempre ritrovarsi in campo».