La settimana che si apre oggi culminerà con il via ufficiale della sessione estiva di mercato in programma sabato 1° luglio. Il che vuol dire che il Frosinone, così come le altre squadre, cominceranno a stringere i tempi delle trattative per assicurarsi quei calciatori che ritengono possono migliorare la rosa con cui presentarsi al via del nuovo campionato di Serie A. Dopo aver chiuso la trattativa per il nuovo allenatore, il direttore dell'area tecnica del club di Viale Olimpia ha accelerato il lavoro riguardante entrate e uscite dei calciatori. A questo punto già sabato potrebbe essere svelato in maniera ufficiale qualche colpo già messo a segno. In particolare ci riferiamo alla punta esterna georgiana Giorgi Kvernadze.

Un classe 2003 che il Frosinone segue da tempo e con il quale si parla di accordo praticamente raggiunto anche con il club in cui ha militato nelle ultime stagioni: Dinamo Batumi. Destro naturale, il ragazzo ha dimostrato buone qualità tecniche nonostante l'altezza importante (quasi un metro e novanta centimetri).

Altri movimenti in entrata
Kvernadze, quindi, potrebbe essere il primo di una serie di acquisti che si preannuncia piuttosto consistente. Lo stesso presidente Maurizio Stirpe nella sua ultima conferenza non aveva nascosto il fatto che per affrontare in maniera dignitosa il terzo campionato di Serie A della sua storia, i canarini hanno bisogno di diversi innesti di valore. Sicuramente uno o due nomi di gente esperta per la categoria, ma soprattutto giovani di belle speranze che possano ripetere le gesta dei vari Gatti, Boloca o Oyono, solo per fare qualche nome. Tra i profili sicuramente interessanti accostati al Frosinone nell'ultimo periodo, c'è la mezzala Marco Brescianini del Milan (reduce dalla stagione in prestito al Cosenza). Il classe 2000 piace molto ad Angelozzi, che aveva già provato a prenderlo due anni fa. Così come il direttore crede molto in Riccardo Marchizza, difensore esterno che ha avuto alle sue dipendenze nello Spezia. Il classe ‘98 è reduce da due campionati, con Empoli e Sassuolo, in cui ha giocato poco ma, come detto, Angelozzi lo conosce molto bene e si fida di lui. La terza new entry molto probabile è quindi quella di un'altra punta esterna, Mirko Antonucci del Cittadella. Il ragazzo classe ‘99 oltre a piacere al direttore, ha il gradimento del tecnico Eusebio Di Francesco, visto che è stato proprio lui ha farlo esordire nella massima serie quando era l'allenatore della Roma (sia in campionato che in Champions League).

Movimenti in uscita
Molti i calciatori che serviranno per migliorare la rosa con cui il Frosinone ha vinto poco più di un mese fa il campionato di Serie B, ma anche alcuni di loro che dovranno andare via per permettere appunto qualche new entry. Tra questi potrebbero esserci i difensori centrale Kalaj e Szyminski, il centrocampista Gelli, fino ad arrivare alle punte esterne Insigne, Bidaoui e Garritano. Di certo non indosseranno più la maglia giallazzurra Cotali e Rohden il cui contratto scadrà venerdì prossimo e il Frosinone ha deciso di non rinnovarlo.