Dopo la sosta di quasi tre settimane osservata dal campionato di Serie B al termine del girone d'andata, questo pomeriggio si torna in campo con il Frosinone che attende allo stadio "Benito Stirpe" la visita del Modena. (Clicca il link per seguire il livescore). L'obiettivo della capolista è chiaramente quello di ripartire da dove ha lasciato: la netta, bella e meritata vittoria contro la Ternana. Contro gli umbri l'undici di Fabio Grosso ha dato vita a una prestazione vicina alla perfezione e oggi ha sicuramente tutte le carte in regola per poterla ripetere.

Certo, l'avversario è diverso e il ritorno in campo dopo le soste nasconde sempre delle incognite particolari. Ma le diciannove gare fin qui giocate hanno dimostrato che questo Frosinone sa sempre cosa fare. In classifica gli emiliani sono subito a ridosso della zona play off e, soprattutto, più delle metà dei punti che vantano (13 su 25) li hanno conquistati lontano dal "Piero Braglia". A dimostrazione che la formazione di Attilio Tesser va affrontata con la giusta voglia, grinta e determinazione. Qualità che per tutto il girone d'andata i ciociari hanno sempre messo in campo con gli ottimi risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Aspetto tecnico e tattico
Il vero rammarico per il tecnico Fabio Grosso, e qui entriamo nell'aspetto più squisitamente tecnico, è rappresentato dal fatto che nell'occasione dovrà fare a meno di ben quattro titolari di cui tre centrocampisti. Della lista dei convocati, infatti, non fa parte, oltre a Kone e Mazzitelli, che erano out già in occasione della partita contro la Ternana, nemmeno Boloca che si è fermato giovedì a causa di un affaticamento muscolare (mentre Lucioni è in panchina soltanto a onor di firma). A questo punto per l'allenatore del Frosinone non sarà per nulla facile trovare le migliori soluzioni per non far rimpiangere gli assenti, considerando che sarà privo dei suoi due registi e in rosa non c'è un altro calciatore con le caratteristiche tecniche e soprattutto tattiche che possono avvicinare quelle di Boloca e Mazzitelli. E questo potrebbe suggerire a Grosso anche un cambio di modulo e quindi scegliere di giocare con i due mediani centrali anzichè con uno soltanto. In altre parole ipotizzare l'undici anti Modena, se non è impossibile, quasi. Possiamo comunque provarci partendo da quelle che sono le certezze rappresentate dal portiere Turati e da quattro difensori: Sampirisi, Szyminski, Ravanelli e Cotali. Quasi certamente una maglia andrà anche sulle spalle di Lulic, Rohden e Garritano (da capire però se gli ultimi due verranno schierati a centrocampo o in attacco), e quindi di Insigne e Mulattieri. In pratica resterebbe da assegnare un solo posto per il quale la scelta potrebbe ricadere su Caso, ma solo se il Frosinone giocherà con il 4-3-3. Ma potrebbe toccare anche ad Oyono, se Grosso decidesse di partire con la difesa a tre. Più improbabile che il posto di Boloca venga preso dal giovane Oliveri.