Con la seduta di questo pomeriggio il Frosinone inizia la seconda settimana di allenamento per continuare a preparare l'importante e impegnativa partita di domenica al "Benito Stirpe", ormai diventato in questo campionato fortino inespugnabile da parte delle formazioni ospiti. Il Cagliari vi giocherà dopo Brescia, Como, Palermo, Spal, Bari e Perugia, tutte non solo sconfitte ma anche costrette a tornare a casa senza avere violato la porta difesa da Turati.

Domenica toccherà, dunque, alla formazione di Liverani che, finora, ha deluso in parte le aspettative delle vigilia di squadra forte e competitiva ed anche in grado, secondo gli antepost dei book di qualche mese fa, di tornare subito a giocare in Serie A. Il Frosinone, però, non ci sta a perdere punti nel suo fortino e ha iniziato a preparare la gara con l'impegno massimo e continuerà a farlo fino a sabato mattina quando il tecnico farà svolgere la rifinitura. Alla settima sfida le due formazioni ci arrivano con tredici punti di distacco l'una dall'altra e cioè tra il Frosinone che guida la classifica e il Cagliari che ne occupa l'ultimo posto della parte sinistra.

Tutti recuperati
Se facciamo eccezione per Kone, alla ripresa di oggi Grosso avrà a disposizione Caso, Ciervo e Oyono, che sono rientrati in gruppo nel corso delle sedute della settimana scorsa, una volta superati i relativi malanni e infortuni, e i nazionali Rohden, Boloca e Turati. Quest'ultimo, convocato nella nazionale Under 21, è rimasto in panchina durante lo svolgimento della gara vinta dall'Italia sulla Germania con il risultato di 4 a 2. Rohden è stato in campo per quasi tutto l'incontro che la Svezia ha giocato e vinto con il Messico 2 a 1, realizzando anche la rete che ha sbloccato il risultato. A dimostrazione che il giocatore attraversa un momento di forma molto importante. Nella seconda gara, giocata e vinta dalla Svezia con l'Algeria 2 a 0, Rohden è stato in campo nei quindici minuti finali. Per Boloca, invece, i sei minuti finali della partita che la Romania ha perso 2 a 1 con la Slovenia hanno rappresentato il debutto nella nazionale rumena. I tre canarini, come detto, rientreranno per tempo in sede per prendere parte alla seduta odierna.

Attesa ed entusiasmo
Il Frosinone tornerà allo "Stirpe" dopo la gara vittoriosa di Ascoli che ha accresciuto ulteriormente l'entusiasmo che, ormai, sta esplodendo grazie all'impresa che stanno compiendo Lucioni e compagni, protagonisti di un campionato eccezionale. Entusiasmo, dunque, ma anche grande attesa per la partita di domenica che rappresenterà un ulteriore banco di prova per la squadra di Grosso. La capolista potrà sicuramente contare sull'incitamento che le arriverà dagli spalti da parte di un numero sempre crescente di supporter, come ha anche dimostrato l'ultima trasferta nelle Marche. Il Cagliari, anche se ancora con la maschera sul volto, è avversario che suscita sempre enorme interesse.