Dopo la quarta vittoria consecutiva conquistata sabato a Cosenza, che ha consolidato il primo posto in classifica, il Frosinone di ha girato pagina per preparare al meglio la gara di sabato al "Benito Stirpe", dove dovrà sfidare la rivale storica del Perugia in un'altra importante partita che sarà la ventisettesima di una serie che è iniziata settanta anni fa. Il Frosinone ci arriva con il morale molto alto per la serie di risultati positivi che l'hanno proiettato sulla vetta della classifica, posizione insperata alla vigilia.

Il Perugia con una voglia matta di riscatto dalla serie di risultati negativi che l'hanno relegato nel posto di fanalino di coda, posizione anche questa insperata alla vigilia, ma per motivi diversi da quelli dell'avversario di turno. Fatta questa breve premessa, lasciamo la squadra di Fabrizio Castori al suo destino, per pensare al Frosinone che, ieri pomeriggio, ha svolto la seconda seduta settimanale, di preparazione all'importante incontro, che per la verità è stata doppia. La prima al mattino e la seconda nel pomeriggio ed entrambe affrontate da Lucioni e compagni con il solito grande impegno, questa volta più consistente dal momento che ci sarà non solo da consolidare con un'altra vittoria l'attuale posizione di classifica, ma anche di onorare quella più importante di capolista.

Non vi ha preso parte Luca Moro a riposo per una forma di tonsillite che dovrebbe essere superata tra oggi e domani. Il tecnico ed il suo staff hanno impegnato il gruppo squadra in un lavoro aerobico abbastanza intenso al mattino mentre nel pomeriggio la seduta è stata squisitamente di ordine tecnico-tattico. Ancora lavoro differenziato per Kone e Oyono.

Ipotesi formazione
Sulla bozza di formazione che Fabio Grosso ha in testa di schierare inizialmente in campo non si sa nulla e questa non è certo una novità. Anche se a tre giorni dall'incontro le certezze non è che il tecnico non le abbia ma non dovrebbero riguardare tutti i reparti. Anche perchè se la maggior parte dei canarini gode ottima salute, due o tre dovranno dimostrare di averla recuperata proprio nel corso dei giorni che precedono lo svolgimento della gara. Comunque il primo punto importante per azzardare lo schieramento iniziale è sicuramente quello relativo alla fase offensiva. Il Frosinone l'affronterà con i due attaccanti centrali come nel caso della gara di Cosenza, o tornerà al tridente con due attaccanti esterni e uno centrale? A tal proposito ci saranno certamente da valutare in primis le condizioni di Caso e di Sampirisi che, ovviamente, saranno miglirate rispetto alla gara di Cosenza. E poi di Kone che anche ieri ha svolto un allenamento differenziato e, infine, di Moro. Se avrà smaltito in tempo anche i postumi del malanno accusato. Oggi come oggi, comunque, la formazione iniziale potrebbe vedere Turati tra i pali e la linea a quattro di difesa formata da Sampirisi, Lucioni, Ravanelli e Frabotta; a centrocampo Boloca, Mazzitelli e Garritano e in avanti il tridente formato fa Rohden, Mulattieri e Caso. Ovviamente con le possibilità delle varianti riguardanti Kone e Moro in presenza di condizioni fisiche rassicuranti.