Siamo alla vigilia dell'incontro con la Spal e per Fabio Grosso sarà il giorno delle scelte quando, terminata la seduta della rifinitura e deciso l'elenco dei convocati, dovrà effettuare quelle riguardanti la formazione iniziale. Non è che il tecnico dei canarini non l'abbia già in mentre, ma può anche darsi che in qualche ruolo ancora non abbia assunto la decisione definitiva. Niente di anormale, anzi quasi sicuramente succederà per la maggior parte dei tecnici sciogliere qualche nodo importante a bocce ormai ferme. Tornando a Grosso il dubbio non dovrebbe riguardare Marcus Rohden che è al rientro, dal momento che nella maggiore parte dei casi l'allenatore del Frosinone ha preferito non schierare all'inizio il giocatore reduce da infortuni. È più probabile che Rohden entri in campo per disputare l'ultima parte di gara, se ce ne sarà bisogno.

E nemmeno dovrebbe riguardare Lucioni, Sampirisi e Ravanelli che dovrebbero essere confermati nei rispettivi ruoli per quello che di positivo hanno offerto nelle gare in cui sono stati in campo. Anche se c'è Szyminski che aspira a riavere la maglia dopo il buon rendimento offerto nelle cinque partite di campionato disputate per intero. A questo punto il dubbio potrebbe allora riguardare il ruolo di terzino sinistro coperto da Cotali con onore nei primi cinque incontri e negli ultimi undici minuti del sesto e da Frabotta nelle partite contro il Palermo (fino al 79') e di Parma dove l'ex bianconero è incappato in una giornata sicuramente negativa. Nella scelta di Fabio Grosso a chi dei due affidare la maglia, potrebbero avere peso maggiore motivi di opportunità più che di ordine tecnico. Nel senso che a chi sbaglia di solito una prova viene quasi sempre concessa per dimostrare quanto in effetti valga al di là dell'errore commesso. È chiaro, però, che si tratta solo di ipotesi e come tali vanno considerate.

Ipotesi di formazione
Detto del blocco difensivo, una seconda scelta riguarda il centrocampo e cioè la sostituzione dello squalificato Boloca. Due le possibilità più attendibili e riguardano la terza pedina, da aggiungere a Kone e a Mazzitelli. Potrebbe essere Garritano o Lulic. Nel caso Grosso decida di arretrare il raggio di azione dell'ex Chievo, resterebbe scoperto il ruolo dell'esterno offensivo di destra per il quale ci sarebbe un ballottaggio Ciervo e Insigne. Anche se a Cittadella è stato schierato a sinistra Oliveri in una formazione schierata con il 4-3-3.

Ciervo o Insigne andrebbero, comunque a completare il tridente offensivo con Moro, che sembrerebbe in vantaggio su Mulattieri per giocare da prima punta e con Caso come sempre sulla fascia sinistra. Per sintetizzare la formazione con la quale il Frosinone affronterà aa Spal potrebbe essere la seguente: Turati, Sampirisi, Lucioni, Ravanelli, Frabotta o Cotali; Garritano, Mazzitelli, Kone; Ciervo o Insigne, Moro, Caso. Ieri mattina, infine, il gruppo squadra ha sostenuto la penultima seduta settimanale nel corso della quale Grosso e il suo staff hanno impegnato i canarini nel lavoro tattico, concluso da una serie di partitelle a tema. Terapie per Oyono. Domani mattina la rifinitura.