Nelle gare sul campo amico il Frosinone non fa sconti a nessuno. E, così, dopo aver superato Brescia e Como, riserva lo stesso trattamento al Palermo chiudendo con il successo sui siciliani uno spettacolare tris di vittorie consecutive allo "Stirpe". L'undici di Grosso si è imposto per 1 a 0 grazie a una rete di Moro arrivata all'ultimo minuto del primo tempo, con la conclusione dell'attaccante giallazzurra deviata anche da Buttaro. Ma al di là del minimo scarto, il Frosinone ha indubbiamente meritato la conquista dell'intera posta in palio, alla luce delle diverse occasioni create mentre, di contro, Turati ha effettuato una sola parata anche se spettacolare e di grandissima importanza.

La tattica
Rispetto alla trasferta di Cittadella, il tecnico del Frosinone ritrova Kone, ma deve ancora fare a meno di Rohden. L'ivoriano prende il posto che al "Tombolato" era stato di Lulic, mentre lo svedese viene sostituito da Mazzitelli con l'avanzamento di Garritano nel tridente offensivo. Per l'ex Monza si tratta dell'esordio assoluto in maglia giallazzurra. Ma non è l'unico, visto che della formazione iniziale fanno parte anche Frabotta e Ravanelli che fin qui non erano mai stati impiegati. Il primo è preferito, sempre rispetto alla partita di Cittadella, a Cotali, mentre il secondo a Szyminski. La quinta e ultima novità iniziale rispetto all'ultima partita, riguarda poi Moro che subentra a Mulattieri. In definitiva l'undici anti Palermo, schierato con il 4-3-3, vede Turati in porta, Sampirisi, Lucioni, Ravanelli e Frabotta in difesa; Boloca, Mazzitelli e Kone a centrocampo; Garritano, Moro e Caso a comporre il tridente offensivo.

La cronaca
Pronti, via e subito occasione per il Palermo con Brunori che al 4' si presenta solo davanti a Turati che lo ferma in uscita bassa. La risposta del Frosinone al 13'. Angolo di Frabotta, testa di Lucioni e salvataggio sulla linea di Brunori. Al 28' Caso si libera al limite e calcia un bel destro a giro che termina di poco alto. Al 44' i padroni di casa passano in vantaggio. Caso viene lanciato in verticale e una volta in area serve Moro il cui tiro, deviato da Buttaro, diventa imparabile per Pigliacelli.

La ripresa
Il secondo tempo si apre con un bel cross di Frabotta per Garritano la cui conclusione è parata dal portiere ospite. Al 10' ci prova ancora l'ex Chievo con una punizione dal limite che esce di un soffio. Due minuti più tardi D Mariano calcia alto da ottima posizione e al 15' è Moro a sfiorare il raddoppio con un colpo di testa su cross di Sampirisi che lambisce il palo. Ma la migliore occasione per raddoppiare i ciociari la creano al 17' con una conclusione a giro dal limite dell'area da parte di Caso che si stampa sul palo. Nel finale il Palermo si riversa tutto in avanti e al 29' ci vuole un grandissimo intervento di Turati per respingere una conclusione di Di Mariano che si era presentato solo davanti a lui.