La trattativa per il primo dei due rinforzi del pacchetto arretrato sui quali sta lavorando il responsabile dell'area tecnica, Guido Angelozzi, sembra molto vicina alla chiusura. Stiamo parlando del jolly di difesa Mario Sampirisi, nelle ultime stagioni capitano e punto di forza del Monza. Sul classe ‘92 si è scatenata una sorta di asta, ma secondo voci attendibili il calciatore avrebbe dato la sua parola al direttore del club di Viale Olimpia e avrebbe tutte le intenzioni di mantenerla. Andando per ordine, era stato soprattutto il Brescia a tentare l'offensiva per Sampirisi e il club lombardo aveva anche raggiunto l'intesa con la società brianzola.

Ma il ragazzo nativo di Caltagirone e con alle spalle quasi trecento presenze tra A e B, non avrebbe intenzione di accettare proprio perché, come detto prima, ha dato la sua parola ad Angelozzi. A questo punto il suo arrivo in maglia giallazzurra diventa molto probabile, ma è chiaro che adesso bisognerà trovare l'intesa tra le società. L'eventuale arrivo dell'ex Vicenza e Genoa tra le altre, andrebbe a risolvere un problema non da poco nella retroguardia di Grosso, visto che può ricoprire in maniera indifferente quasi tutti i ruoli di un reparto arretrato a quattro. In altre parole potrebbe prendere il posto che attualmente occupano sugli esterni Oyono o Cotali e all'occorrenza anche sostituire uno dei due centrali titolari (Szyminski e Lucioni). Dirigenza del Frosinone, poi, al lavoro anche per quanto riguarda un altro componente della retroguardia e per un centrocampista. Per ciò che riguarda le uscite, invece, ci sono sempre da "piazzare" i soliti sei "noti": Parzyszek, Ciano, Matarese, Manzari, Satariano e Errico.

La squadra testa al Brescia
Intanto la squadra chiuderà questa mattina, con la seduta di rifinitura a Ferentino, la preparazione alla gara che domani alle 20,45 la vedrà ospitare allo "Stirpe" il Brescia. Ieri i canarini hanno lavorato al mattino e dopo la fase di riscaldamento Grosso e i suoi collaboratori li hanno impegnati in alcune esercitazioni tecniche e tattiche. Tutti presenti, il che vuol dire che contro le "rondinelle" l'allenatore dei ciociari sarà alle prese esclusivamente con problemi di abbondanza. Di conseguenza l'undici anti Brescia dovrebbe ricalcare in quasi tutti i suoi elementi quello che domenica scorsa ha espugnato con pieno merito il campo del Modena. L'unico ballottaggio potrebbe essere quello riguardante la punta centrale: Moro e Mulattieri. In definitiva la formazione che affronterà l'undici di Clotet dovrebbe vedere Turati in porta schierato alle spalle della classica difesa a quattro composta da Oyono a destra, Cotali a sinistra e Szyminski-Lucioni coppia di centrali. A centrocampo Boloca nelle vesti di regista con ai suoi lati le mezzale Garritano e Konè. In attacco, infine, Caso e Rohden dovrebbero occuparsi delle corsi esterne con, come detto, uno tra Mulattieri e Moro al centro del tridente.