Il trampolino di lancio giallazzurro è diventato il marchio ormai affermato del Frosinone Calcio che nel pomeriggio di ieri si è assicurato un giovane centrocampista di grandi prospettive che l'Atalanta, qualche anno fa, è riuscita a soffiare alla Juventus e alla Roma.

Il club di viale Olimpia ha infatti comunicato «di avere raggiunto l'accordo con la società Atalanta Bergamasca Calcio per l'acquisizione delle prestazioni sportive del calciatore Andrea Oliveri. Il centrocampista classe 2003 arriva a titolo temporaneo e vestirà la maglia giallazzurra fino al 30 giugno 2023». Il giovane calciatore, palermitano di nascita e fisicamente ben strutturato, si è fatto le ossa nelle giovanili della Dea che lo ha scoperto e seguìto sui campi della Sicilia. Con il sodalizio orobico è cresciuto calcisticamente nei cinque anni in cui ha giocato nelle giovanili. Seguìto di persona dallo stesso tecnico Giampiero Paganini, il centrocampista, che tutti ormai chiamano il "Fenomeno", si è imposto sempre più alle attenzioni dei tecnici ed è pronto con la maglia giallazzurra sulle spalle a sfruttare il trampolino che ha lanciato nella massima serie Federico Gatti e Alessio Zerbin.

Verso Modena
Intanto i canarini sono tutti abili e arruolati per la partita del debutto in campionato che dovranno disputare allo stadio "Braglia" contro il Modena che torna a respirare l'aria della serie cadetta dopo sei anni di forzata assenza. Fabio Grosso li sta preparando con il massimo impegno, ben sapendo che tipo di partita attenderà capitan Lucioni e compagni.
Ieri in programma c'era doppia razione di allenamenti che il gruppo squadra ha affrontato senza alcun risparmio di energie. Anzi raddoppiandole sia al mattino, quando c'è stato da affrontare il lavoro in palestra, sia nel pomeriggio sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino per una seduta di ordine tattico. La preparazione continuerà ovviamente anche oggi per concludersi con la rifinitura di domani mattina. Quindi la partenza alla volta dell'Emilia-Romagna per affrontarvi un avversario che scenderà in campo con lo spirito battagliero della matricola e con la forza competitiva di una formazione che, nella gara di Coppa Italia dell'8 agosto, ha eliminato il Sassuolo con il risultato di 3 a 2.

Come l'affronterà il Frosinone di Fabio Grosso? Con quale assetto tattico tra quelli con cui la squadra è scesa in campo nelle due amichevoli vinte con il Bari e con la Ternana e nella gara di Coppa Italia persa con il Monza? È una domanda che resterà senza risposta se la poni alla vigilia della gara al tecnico dei canarini, come tante altre che riguardano la possibile formazione. Quindi non sappiamo con quale modulo si schiererà il Frosinone anche se, ovviamente, sarà quello più compatibile con l'idea di formazione che ha in testa Fabio Grosso. E che dipenderà soprattutto dalle attuali condizioni dei singoli canarini. 
Comunque in difesa non ci sono dubbi dal momento che si schiererà con Turati tra i pali, Oyono e Cotali terzini di destra e di sinistra, con Lucioni e Szyminski centrali. A centrocampo Boloca e Kone dovrebbero esserci con Garritano mezzala sinistra se l'ex Chievo avrà recuperato la migliore condizione. Diversamente ci sono Rohden, Haoudi e Lulic pronti a prenderne il posto. In avanti Moro finora c'è stato sempre come pure Caso che un posto ce l'ha. Manca l'ultima pedina da scegliere tra Haoudi, Ciervo, Mulattieri, Garritano che potrebbe giocare anche come esterno offensivo. Tutto dipenderà dal benedetto modulo iniziale.

Il mercato
La notizia di ieri riguarda l'attaccante Piotyr Parzyszec che continua ad avere estimatori in Polonia. A interessarsi a lui questa volta la società Wisla Cracovia, una delle più importanti del calcio polacco, che ha avviato un sondaggio per valutare la situazione in vista di un possibile acquisto dell'attaccante dopo la positiva esperienza fatta registrare indossando la maglia del Pogon.