Per Samuele Mulattieri al Frosinone manca soltanto il timbro della ufficialità. Era atteso nella serata di ieri ma la trattativa potrà positivamente archiviarsi in mattinata quando tutti i documenti saranno al loro posto. È un altro colpo messo a segno dal direttore Guido Angelozzi, che ha raggiunto l'accordo con l'Inter riguardante l'arrivo dell'attaccante spezzino alla corte di Fabio Grosso. Prevede per l'ex punta del Crotone il prestito con diritto di riscatto con l'aggiunta, voluta dall'Inter, del controriscatto senza il quale la trattativa non sarebbe andata in porto. Samuele Mulattieri è nato a La Spezia il 7 ottobre 2000 ed è cresciuto, calcisticamente parlando, nelle giovanili della società ligure e, soprattutto, dell'Inter. Nella primavera nerazzurra ha giocato 50 partite realizzando 20 gol con 5 assist. Nella stagione 2019/2020 (18 dicembre 2019) ha anche affrontato la Primavera del Frosinone, allora guidata da Luigi Marsella, negli ottavi di finale della Coppa Italia di categoria.

La formazione giallazzurra riuscì nell'impresa di eliminare i nerazzuri con proprio Mulattieri che portò in vantaggio l'Inter, ma poi Vitalucci firmò in rimonta lo storico successo di 2 a 1 dei ciociari. Poi per l'attaccante parentesi olandese nel Volendam Fc (19 gol in 32 partite), e quindi ha indossato la maglia del Crotone nel campionato scorso: 28 partite con 6 gol e 5 assist in campionato. Ventuno le presenze dal primo minuti con i calabresi, mentre nelle restanti sette è subentrato. L'ultima partita stagionale l'ha giocata proprio contro il Frosinone, sconfitto 2 a 0, nella gara del 15 marzo di quest'anno, nel corso della quale, al 5' della ripresa, è rimasto vittima di un infortunio che ha interessato la spalla sinistra. Problema che non gli ha permesso di disputare le restanti otto partite ma che è stato brillantemente superato con l'attaccante pronto adesso a indossare la casacca giallazzurra. Sempre con il Crotone, Mulattieri è stato avversario dei canarini anche nella partita vinta dal Frosinone 2 a 1, disputata al "Benito Stirpe" lo scorso 1° novembre. Botta e risposta nel finale del primo tempo con ospiti in vantaggio dal dischetto con Maric al 44' e pronta risposta tre minuti dopo con Charpentier. Nel recupero finale il gol vincente di Cicerelli. Nell'occasione Mulattieri è rimasto in campo dall'inizio alla fine.

Canotto verso la Reggina
L'attaccante esterno dei canarini ha ormai le valigie pronte per trasferirsi a Reggio Calabria. La Reggina non ci ha pensato molto per raggiungere l'accordo con il Frosinone dopo aver proposto al giocatore, che tra l'altro è nato a Rossano Calabro, un contratto triennale. Dunque trattativa in via di definizione con Canotto (classe ‘94) che vestirà la casacca amaranto dopo essere stato ceduto a titolo definitivo. Nelle prossime ore il Frosinone ufficializzerà la conclusione della trattativa. A questo punto una parentesi è d'obbligo aprirla per ipotizzare un possibile cambiamento di modulo della formazione che Fabio Grosso proporrà nel prossimo campionato. Lo fa pensare non solo la cessione di Canotto ma anche l'arrivo di Mulattieri che è un altro attaccante centrale come Luca Moro. Insomma il Frosinone potrebbe abbandonare il 4-3-3 come assetto tattico di partenza per schierarsi in avanti con Giuseppe Caso dietro i due attaccanti Moro e Mulattieri. Comunque vedremo come la penserà il tecnico dei canarini. A proposito di cessione il direttore Angelozzi ha chiuso anche la trattativa relativa Hide Vitalucci classe 2001 che è stato ceduto alla Pergolettese a titolo definitivo. Il portiere Thomas Vettorel, invece, è stato ceduto in prestito al Monopoli.

In arrivo i difensori
Dovrebbero essere due sempre in riferimento alla "lista della spesa" annunciata a inizio mercato dal responsabile dell'Area tecnica del Frosinone, Guido Angelozzi. Di Luca Vignali (1996) abbiamo già più volte detto. E' ancora un profilo che piace e potrebbe arrivare insieme a Elio Capradossi (1996) 32 presenze nella squadra di Venturato. Terzino il primo, centrale il secondo, entrambi rientrati a La Spezia rispettivamente dai prestiti al Como e alla Spal. Il fatto che Angelozzi conosce bene entrambi, è stata una buona base di partenza della trattativa che potrebbe anche chiudersi a breve. Comunque, come seconda scelta nel ruolo difensivo esterno, il Frosinone tiene sempre viva la possibilità di chiudere il discorso con Arturo Calabresi (1996), 34 partite nel ruolo di terzino destro nel Lecce tra campionato e coppa, e in uscita dalla formazione di Baroni.

Il Bari allo "Stirpe"
Le due formazioni tornano ad affrontarsi dopo la stagione agonistica 2017/2018 con i canarini che hanno disputato la partita interna allo stadio "Partenio" di Avellino vincendo 3 a 2. L'ultimo incontro, però, si è giocato al San Nicola il 18 febbraio 2018 e si è concluso con il successo del Bari per 1 a 0. Per le due squadre si tratta del primo incontro vero dall'inizio della preparazione. Per quanto riguarda il Frosinone, la formazione iniziale non dovrebbe discostarsi di molto da quella che Fabio Grosso ha schierato nel secondo tempo del galoppo con la Primavera. Insomma i canarini potrebbero giocare con Turati, Oyono, Szyminski, Lucioni, Cotali; Boloca, Lulic, Rohden; Caso, Moro, Garritano.