Doppia seduta di allenamento alla "Città dello Sport" di Ferentino per il Frosinone che continua a preparare la partita di sabato in casa contro la Spal. Mattinata di lavoro aerobico. Riscaldamento, lavoro tattico e serie di esercitazioni tecniche nel pomeriggio. Terapie per Brighenti e Charpentier (stiramento quadricipite destro). Differenziato per Rohden. Domani pomeriggio in programma una nuova seduta sempre a Ferentino.
Questo il report di ieri pomeriggio pubblicato sul sito del Frosinone Calcio. Era atteso soprattutto per conoscere la diagnosi e, quindi, i tempi di recupero dell'attaccante costretto a lasciare il terreno di gioco del Monza a pochi minuti dal termine del primo tempo. Sappiamo solo che la risonanza, cui Charpentier è stato sottoposto nel pomeriggio di martedì, ha evidenziato uno stiramento del quadricipite della coscia destra. Niente sui tempi di recupero la cui valutazione, con tutta probabilità, sarà rimandata ai prossimi giorni. Di certo la staff medico canarino farà il massimo per restituire a Grosso l'attaccante nel più breve tempo possibile. Soprattutto perchè il giovane bomber è pedina importante della fase offensiva giallazzurra, fatto dimostrato anche dalle otto reti realizzate nei 624' giocati. Per fortuna il campionato, dopo la disputa della prima giornata del girone di ritorno in calendario il 29 dicembre, osserverà una sosta per riprendere il 15 gennaio dell'anno prossimo quando lo sfortunato Charpentier potrebbe essere già a buon punto con la fase di recupero che, comunque, si spera non si protragga oltre il prossimo mese. Per il resto, la squadra ha continuato la preparazione alla delicata e difficile gara con il massimo impegno per conquistare il successo che sfugge da cinque incontri e per regalarlo come strenna natalizia alla tifoseria. Si tratta di punti importanti per la classifica e soprattutto per riconquistare quell'entusiasmo necessario per superare indenni le altre due partite del trittico da affrontare in undici giorni. Grosso, però, se deve rinunciare all'attaccante più prolifico potrà tornare a contare su Gatti e su Canotto che hanno saltato l'impegno di sabato scorso in Brianza. Il primo perchè squalificato e il secondo per una forma di affaticamento muscolare. Il tecnico perciò potrà ugualmente schierare inizialmente in campo una formazione in grado di superare l'ostacolo biancazzurro che finora ha stentato a mostrare le sue vere potenzialità. Non si conosceranno gli undici canarini che la formeranno prima del momento in cui effettueranno il riscaldamento alla partita, ma possiamo dire che le certezze sono sicuramente più consistenti dei dubbi. Anche perchè ormai il Frosinone ha già un assetto di squadra consolidato dalle partite disputate, la cui variabile è rappresentata dalla condizione fisica dei singoli, condizione che deve garantire sempre il migliore rendimento. Resta comunque il fatto importante e relativo alla sostituzione di Charpentier, insieme all'incertezza di come Grosso lo risolverà. Sperando che azzecchi la scelta.