Nuova seduta di allenamento ieri per il Frosinone che prosegue la preparazione alla trasferta in programma domani alle 18 sul campo del Vicenza. I canarini si sono ritrovati al pomeriggio nella struttura della "Città dello Sport" di Ferentino e dopo la classica fase di riscaldamento hanno svolto un lavoro tattico e sulle palle inattive. Tutti a disposizione del tecnico ad eccezione di Gori e Brighenti che sono sempre alle prese con problemi fisici e anche ieri hanno lavorato a parte. Ma al di là di tutto un Frosinone che è apparso in salute e certamente intenzionato a provare a stupire anche in questa sua prima trasferta del nuovo campionato.

In fondo la partita contro il Parma, una delle formazioni maggiormente accreditate alla vittoria finale, ha fatto vedere che i ragazzi di Grosso sono in grado di potersela giocare contro qualsiasi tipo di avversario.
Hanno dimostrato di avere voglia e gamba ma, chiaramente, devono cercare di evitare alcuni errori che contro i ducali sono costati due reti. Le sensazioni sono comunque buone.

Ipotesi di formazione
Per quanto riguarda quello che potrebbe essere lo schieramento di domani al "Menti", riteniamo che non si discosterà di molto dalla formazione iniziale vista in campo venerdì scorso allo "Stirpe". Partendo dalla difesa, davanti al portiere Ravaglia dovrebbe toccare a Zampano spostarsi sulla corsia di destra per prendere il posto di Brighenti, e quindi a sinistra spazio a Cotali.
In mezzo al quartetto arretrato ci saranno ancora Gatti e Szyminski.

Per quanto riguarda il centrocampo, bisognerà capire quelle che sono le condizioni di Garritano e se Grosso, nel caso l'ex Chievo sia al 100%, lo preferisce nel ruolo di interno del terzetto di mediana o esterno del tridente.
Nel primo caso potrebbe prendere il posto di uno tra Rohden o Boloca, sempre rispetto alla gara con il Parma, mentre nel secondo essere preferito a Zerbin.
Per il resto a dirigere le operazioni in mezzo al campo ci sarà come sempre Maiello, mentre in avanti appaiono scontate le conferme di Canotto sull'out di destra e Ciano nel ruolo di "falso nueve".

Buone nuove da Novakovich
Per il resto ci sembra giusto sottolineare il fatto che dopo tanto tempo (praticamente da inizio preparazione a oggi), nella seduta di ieri Novakovich è tornato a lavorare, seppur parzialmente, in gruppo. Un'ottima notizia per Grosso che a questo punto potrebbe anche convocarlo per la trasferta di domani, quantomeno per fargli riassaporare il gusto di un ritiro pre gara.