Un solo punto conquistato nelle prime due gare della sua gestione. Un bottino certamente misero per il neo allenatore del Frosinone Fabio Grosso che, a parziale scusante, può certamente addurre il fatto che ancora non aveva conosciuto al meglio il materiale a sua disposizione. Tant'è che tra la partita d'esordio contro la Reggiana e quella seguente di Salerno, ha cambiato ben otto elementi dell'undici iniziale. Così facendo, ad oggi, considerando anche che siamo alla terza settimana dal suo arrivo sulla panchina del club ciociaro, possiamo dire che Grosso ora si è reso meglio conto di quelle che sono le reali forze della sua squadra ma anche quello che è in grado di potergli dare ogni singolo calciatore. E lo si intuisce anche per quanto dichiarato nel post gara contro i campani di Castori.

«Peccato, perché abbiamo fatto un ottimo primo tempo creando diverse occasioni da rete».
Diverse no. Qualcuna sì. E comunque è vero che nel primo tempo la sua squadra ha tenuto molto bene il campo. Poi, a inizio ripresa è arrivato il vantaggio dei campani. A quel punto il tecnico per provare a recuperare il risultato ha pensato bene di affidarsi alla qualità di Rohden e Iemmello (oltre a Ciano che era subentrato a uno spento Mattia Vitale subito dopo l'intervallo). Ebbene, la risposta che Grosso si attendeva da quei suoi calciatori che possiamo considerare di maggiore qualità nella sua rosa, non è affatto arrivata. Anzi. E allora, a questo punto riteniamo che l'allenatore dei giallazzurri si sarà reso conto che non sempre le partite si vincono mandando in campo la "qualità". Quanto piuttosto si arriva ai risultati puntando su chi "ama la maglia". Ecco, quindi, che per la sfida di sabato alle 16 allo stadio "Benito Stirpe" contro il Cittadella, Grosso potrebbe puntare in primis su calciatori di carattere. E, non ultimo, non dovrebbe stravolgere più di tanto la formazione iniziale vista all'Arechi, così come era invece aaccaduto dopo l'incontro con la Reggiana.
Dal campo
Entrando a questo punto più direttamente nella sfida contro la formazione di mister Venturato, diciamo subito che ieri pomeriggio il Frosinone ha svolto il secondo allenamento della settimana in avvicinamento a questa partita. La seduta, che come sempre si è tenuta nella struttura della "Città dello Sport" di Ferentino, si è aperta con la classica fase di riscaldamento. Subito dopo Grosso e il suo staff hanno impegnato il gruppo squadra in un lavoro tecnico-tattico per poi chiudere la seduta con una partita finale. Tutti presenti compreso il centrocampista Boloca che dopo due settimane (era fermo a causa di una distorsione alla caviglia) è tornato in gruppo. Solo terapie, invece per Luigi Vitale e Vettorel, mentre Millico e Baroni sono andati avanti con il differenziato. Oggi pomeriggio è in programma la penultima seduta della settimana prima della sfida di sabato.