Nel calcio ci sono pareggi e pareggi. Quello, ad esempio, con il quale il Frosinone ha chiuso la gara dello "Stirpe" contro il Monza è uno che va stretto. Anzi strettissimo. Perchè nell'occasione i canarini hanno dato vita a una buona prestazione. Non a caso soltanto tre, tra tutti i calciatori mandati in campo da Nesta nell'occasione, non hanno ottenuto la sufficienza e per pochissimo. Il migliore in campo è risultato l'autore della seconda rete dei ciociari: Alessandro Salvi, con una media di 6,83. Alle spalle dell'esterno di destra della mediana giallazzurra, troviamo Raffaele Maiello con un altrettanto valido (6,75). Terzo gradino del podio, quindi, per Luigi Vitale (6,50, che era all'esordio assoluto dal primo minuto con la maglia del Frosinone. Andiamo a questo punto a vedere quella che è la nuova classifica generale del nostro concorso Il Leone dell'Anno dopo la disputa di questa settima giornata di ritorno. Al comando troviamo la conferma di Mirko Gori, che ha mantenuto la media generale di 6,26. Tutto invariato anche sugli altri gradini del podio, con Francesco Bardi che resta secondo confermando il 6,22 e Raffaele Maiello che mantiene la terza piazza ma migliorando il suo 6,14 nell'attuale 6,17. Niente di nuovo nemmeno per ciò che riguarda il quarto posto dove c'è sempre Lorenzo Ariaudo. Martedì il difensore non ha giocato e quindi ha confermato la sua media di 6,11. Anche gli altri inseguitori di Ariaudo non soo scesi in campo, ma loro perchè squalificati e quindi hanno confermato posizione e media precedente. Stiamo parlando nell'ordine di Marcus Rohden (6,08), Grigoris Kastanos (6,06) e Nicolò Brighenti (6,02). Con media generale oltre la sufficienza troviamo poi Przemysaw Szyminski e Marcos Curado (6,01), Francesco Zampano, Vincenzo Millico e Mattia Vitale (6,00). Per tutti gli altri media generale al momento sotto la sufficienza. Nell'ordine stiamo parlando di Andrija Novakovich (5,99), Salvatore D'Elia e Alessandro Salvi (5,97), Alessio Tribuzzi e Luigi Vitale (5,96), Camillo Ciano (5,94), Alessandro Iacobucci (5,92), Pietro Iemmello (5,85), Marco Capuano (5,78), Daniel Boloca (5,77) Piotr Parzyszek(5,74 ), Enrico Brignola (5,67) e Marco Carraro (5,64).