Il  cambio di marcia che si aspettava dopo le positive prestazioni di Ascoli e di Chiavari con l'Entella non c'è stato. Il Frosinone di Alessandro Nesta non è riuscito ad allungare la striscia di prove rassicuranti per il futuro e ha di nuovo fatto passi indietro con il Pescara che è riuscito a strappare un pareggio nell'incontro di venerdì sera allo stadio "Benito Stirpe". Il tecnico ha fatto buon viso al risultato aspettando tempo migliori e nelle dichiarazioni di fine partita ha messo l'accento su un particolare per lui importante quando ha precisato che «per fortuna avremo una intera settimana intera per recuperare le energie dopo aver giocato ogni tre giorni».

E non solo energie dovrà mettere nel serbatoio la squadra giallazzurra ma anche cercare di recuperare qualche giocatore tra quelli infortunati per porli a disposizione di Nesta. Se andiamo a guardare il calendario di Marzo, aggiundendo l'ultimo giorno di febbraio, un altro tour de force di partite sicuramente impegnative attende i canarini. Nel giro di tre settimane prima del riposo in programma a fine marzo, il calendario propone sei partite che inzieranno dalla trasferta con la Cremonese di Daniel Ciofani e si concluderanno con la gara contro il Lecce allo stadio "Stirpe". Tra questi due impegni la formazione guidata da Alessandro Nesta riceverà in casa Monza e Brescia mentre dovrà recarsi a Cosenza e a Verona per affrontare chiaramente il Chievo. Di partite da giocare ogni tre giorni ce ne saranno altre, ma in questi 21 giorni potrebbe decidersi il destino dei giallazzurri nel campionato in corso. L'allenatore dei giallazzurri ha anche dichiarato di essere sicuro che, recuperate le migliori energie, il Frosinone riuscirà sicuramente a riconquistare un posto nella zona dei play off. In palio ci sono ancora 42 punti, ma sarà necessario che la raccolta degli stessi inizi in queste sei partite sicuramente importanti, forse decisive ma anche molto impegnative. In queste stesse partite del girone di andata, i canarini misero in cascina dieci punti grazie alle vittorie con Cremonese, Brescia e Chievo nonchè al pareggio di Lecce, mentre furono sconfitti in trasferta dal Monza e in casa dal Cosenza. Se Brighenti e compagni riusciranno il 20 marzo prossimo a chiudere il tour de force con lo stesso bottino di punti, sarebbe un bel passo in avanti verso i play off.
Vacanza breve finita. Questo pomeriggio la squadra tornerà sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino per iniziare a preparare la trasferta di Cremona. Si giocherà sabato 27 alle ore 14 sul terreno di gioco dello stadio "Giovanni Zini" e sarà partita difficile. D'altra parte, non ce ne saranno da prendere a cuor leggero dal prossimo turno in poi. Anche le squadre sulla carta meno competitive stanno serrando i ranghi, risalendo la classifica grazie a successi importanti. Tornando agli allenamenti, Nesta avrà a disposizione quattro sedute più quella di rifinitura per preparare l'impegno contro i grigiorossi e cercare di recuperare energie e qualcuno degli infortunati. Diciamo subito che il tecnico non potrà contare su Szyminski che sarà squalificato, ma il reparto resta sempre ben fornito con Brighenti, Ariaudo, Capuano e Curado che invece saranno a completa disposizione. La nota positiva potrebbe giungere da Luigi Vitale che il tecnico ha utilizzato nell'ultima gara nei minuti finali. A Cremona potrebbe essere in campo per un minutaggio maggiore. Gli infortunati: giovedì scorso Millico, Tribuzzi e Brignola si sono allenati a parte mentre lavoro differenziato ha svolto Ciano insieme a Marciano. Luciani e Baroni. Chi sarà recuperato? L'attaccante dovrebbe essere in dirittura d'arrivo per tornare in campo essendosi infortunato al ginocchio il 4 gennaio scorso, dopodichè ha saltato nove incontri. Ciano in buone condizioni serve e come al Frosinone in questa fase del campionato.
La gara degli ex
In una delle ultime conferenze stampa, Alessandro Nesta, parlando del campionato, ha precisato che «tra le formazioni che stanno giocando un calcio propositivo e redditizio c'è anche la Cremonese».
Che è allenata dall'ex canarino Fabio Pecchia dal 7 gennaio scorso quando ha preso il posto di Pier Paolo Bisoli. Sette partite giocate da allora e undici punti conquistati grazie a tre vittorie e due pareggi. Ed è stato anche il periodo in cui Daniel Ciofani ha segnato sei delle sette rei, finora messe a segno. Due nell'ultima gara vinta a Brescia. Gli altri, alcuni dei quali determinanti, con Pordenone, Pescara, Spal, Pisa e Venezia. Ma il più grande dei fratelli e Ciofani e l'allenatore dei lombardi, non saranno gli unici ex della sfida di sabato allo "Zini". Nelle fila dei grigiorosse ci saranno anche Emanuele Terranova e Luca Valzania. Attualmente la Cremonese è quintultima in classifica, quindi ancora in zona play out, a otto punti dal Frosinone.