Per ora sono soltanto segnali, anche se incoraggianti, quelli che sono scaturiti dalle ultime due prestazioni di Ascoli e di Chiavari con l'Entella. La partita di questa sera li rafforzerebbe se Brighenti e compagni, dopo essere tornati al successo pieno a spese della formazione di Vivarini, dovessero superare anche quella del neo tecnico Grassadonia per tornare ad imporsi sul rettangolo di gioco del "Benito Stirpe". Alessandro Nesta, nella conferenza a distanza di ieri mattina, prodotta dall'Ufficio stampa del club di Viale Olimpia, ha parlato di cambio di marcia necessario anche per rifarsi sotto al gruppo di squadre avversarie che occupano la zona play off.

«Serve dare continuità ai risultati - ha dichiarato - magari facendo un bel filotto di vittorie per riuscire a farsi sotto. Soprattutto negli incontri in casa. Insomma è necessario un cambio di marcia per superare la situazione attuale. Non è nemmeno nuova perchè nella seconda parte del campionato scorso abbiamo conquistato grandi vittorie in trasferta, mentre abbiamo faticato parecchio sul nostro campo. Certo sono poche le tre vittorie in casa di quest'anno per aspirare ad un campionato di vertice».
Insomma bisognerà darsi una mossa ad iniziare da questa sera contro il Pescara che, forse, meriterebbe più dell'attuale posizione che occupa in classifica. Guai a prendere sotto gamba partita e avversario! 
Eventualità questa che, per fortuna, non è attualmente di casa nel Frosinone, che ha preparato la 24ª sfida con il Delfino con grande impegno. Il tecnico ha fatto anche il punto della situazione, precisando che la preparazione è andata per il meglio anche grazie alla vittoria di Chiavari. Aggiungendo che «dobbiamo recuperare tutte le energie perchè c'è stata gente che ha giocato molto con turni di gara ogni tre giorni. Insomma va recuperato chi è stanco mentre gli indisponibili sono Ciano, Brignola, Millico, Tribuzzi oltre a D'Elia».
Tra i canarini stanchi, a detta del tecnico, c'è soprattutto Rohden impiegato anche all'ala ma lo svedese come gli altri, avrà tempo per recuperare la settimana prossima perchè sarà finalmente normale. E Luigi Vitale? «È giunto con una condizione fisica in ritardo - ha precisato Nesta - rispetto agli altri. Si allenava da solo e non poteva giocare partitelle di allenamento. Ora ha messo un po' di minutaggio nelle gambe da quando è con noi, ma certamente non per disputare una intera partita». Insomma, in caso di necessità, potrebbe debuttare anche stasera per uno spezzone di partita. Arriva il Pescara con il neo tecnico Grassadonia in panchina: questo può creare delle difficoltà? La risposta di Nesta.
«Ci saranno ma non rappresenteranno problemi insormontabili. Non ci sono state gare per sapere come il Pescara del nuovo corso affronterà la partita. Sappiamo che Grassadonia predilige un calcio propositivo e di palleggio per averlo avuto di fonte quando era a Foggia».