Penultima seduta per i canarini di Alessandro Nesta che anche ieri pomeriggio si sono allenati sul campo della "Città dello Sport" di Ferentino. Se si fa eccezione per l'infortunato Ciano, per il giovane Luciani che ha lavorato a parte e per Baroni che sta continuando le terapie di recupero dopo l'intervento al ginocchio, tutti gli altri sono stati impegnati dal tecnico e dal suo staff nello svolgere, dopo la fase del riscaldamento, una serie di esercitazioni tattiche e sulle palle inattive con la solita partita che ha concluso il programma di lavoro previsto per ieri. Solo Capuano ha effettuato un allenamento differenziato dal momento che ha accusato un affaticamento muscolare. Stamane la squadra concluderà la preparazione alla partita di domani sera allo stadio "Romeo Menti" di Vicenza e, nel primo pomeriggio, partirà alla volta del Veneto. Dunque Nesta avrà a disposizione per l'incontro con la formazione allenata da Di Carlo un gruppo di canarini abbastanza numeroso ma quattordici, come si sa, sono reduci dalla quarantena domiciliare dopo aver contratto il virus. A questo punto bisognerà vedere quanti di loro saranno in grado di scendere in campo. In poche parole il tecnico dovrà valutare attentamente le condizioni fisiche dei singoli per decidere chi sarà in grado di sostenere, anche parzialmente, i ritmi di una partita sicuramente importante e che segnerà la ripresa del campionato con tutte le incognite che una ripartenza molto spesso presenta.

Ipotesi di formazione
In questo clima di comprensibile cautela e di rischio da non correre, si può azzardare l'ipotesi che Nesta alla fine decida di confermare il 4-3-3 con cui ha schierato la squadra nelle due ultime partite affrontate in emergenza a causa del Covid. Considerando che, dei tre centrali difensivi che sono risultati negativi agli ultimi esami, Capuano ha accusato ieri pomeriggio, come detto, un affaticamento muscolare mentre di Ariaudo e di Curado non si conoscono le condizioni. Insomma in difesa Nesta potrebbe confermare la linea a quattro con Brighenti e Szyminski centrali, Salvi e uno tra Beghetto o Zampano laterali. In porta dovrebbe tornare Bardi, che resta comunque da valutare visto che è tra gli ultimi negativizzati. Per i tre ruoli di centrocampo sarà ballottaggio tra Gori, Kastanos, Maiello e Rohden, con Tabanelli, Carraro, Vitale e Boloca pronti a subentrare. In avanti con Parzyszek o Novakovich punta centrale dovrebbero giocare il neo arrivato Millico a destra e Tribuzzi a sinistra. Ovviamente la nostra è soltanto una ipotesi di formazione.
Quella che in effetti scenderà in campo domani sera dovrà deciderla Alessandro Nesta. Il tecnico ha meglio di qualsiasi altro il quadro preciso della situazione per cui alla fine assumerà, come sempre ha fatto, le decisioni migliori per schierare inizialmente in campo gli undici canarini in grado di imporsi sui biancorossi sul piano del gioco e della cattiveria agonistica.