Penultima seduta di allenamento del Frosinone che stamane concluderà la preparazione all'importante partita con il Monza con la seduta di rifinitura. Ieri pomeriggio la squadra, dopo la fase del riscaldamento, è stata impegnata da Alessandro Nesta in un allenamento essenzialmente tattico, iniziato con le esercitazioni e proseguito con un lavoro sulle palle inattive e con partitelle a tema. Vi ha preso parte tutto il gruppo dei canarini con la sola eccezione di Capuano che si è sottoposto alle terapie per superare il problema al flessore della coscia sinistra. Capuano a parte, comunque, Nesta ha potuto preparare l'impegnativa trasferta con l'intero organico a disposizione. La nota positiva della seduta di ieri riguarda Mirko Gori che è tornato ad allenarsi sul campo, svolgendo lavoro atletico, dopo l'intervento alla spalla sinistra. Il centrocampista ha accusato l'infortunio sul finire della stagione scorsa durante la partita di Crotone e il 1° settembre si è sottoposto a intervento chirurgico presso il "Concordia Hospital" di Roma da parte del prof, Giovanni di Giacomo. Possiamo aggiungere che Gori è giunto quasi alla metà del percorso del recupero, previsto in tre mesi.


Nesta cambia poco

Formazione che vince non si tocca. Tutto al più si ritocca. Possiamo dire che mister Nesta, in situazione di normalità è un conservatore. Cioè è portato a cambiare il meno possibile una formazione se è sicuro che i suoi undici componenti hanno ancora le energie psico-fisiche per andare avanti. Lo ha fatto domenica scorsa nella gara contro la Cremonese quando ha schierato per la prima volta da inizio stagione la stessa formazione che aveva battuto in trasferta il Pescara. A Monza, però, il tecnico dei canarini con tutta probabilità un ritocco sarà costretto a farlo per le condizioni di Capuano che, ieri pomeriggio non si è allenato nemmeno a parte sottoponendosi soltanto alle terapie del caso. In campo, quindi, potrebbe andare lo stesso undici che è rientrato ed uscito dallo spogliatoio nell'intervallo della vittoriosa partita disputata allo stadio "Stirpe" contro la Cremonese. Cioè con Curado che non era nella formazione iniziale ma in campo dal 39' per sostituire Capuano. Mentre l'unica vera novità potrebbe essere rappresentata da Salvi nel suo ruolo di esterno sulla fascia destra al posto di Zampano, che si è fatto trovare pronto quando Nesta lo ha schierato. Per il resto tutte conferme con Bardi in porta e con i tre difensori che saranno Brighenti, Ariaudo e Curado. A centrocampo gli esterni dovrebbero essere Salvi a destra con Beghetto sulla fascia opposta, mentre Rohden, Maiello e Kastanos i tre centrali e quindi Ciano-Novakovich in attacco. Panchina ben fornita per i cambi che Nesta deciderà di fare nel corso della partita con la sola eccezione che riguarda i difensori. Comunque Szyminski è riuscito a recuperare una condizione rassicurante.