Nonostante la gara dello "Stirpe" contro la Juve Stabia si sia conclusa in parità, la prestazione della maggior parte dei calciatori mandati in campo da Nesta nell'occasione ha ottenuto una media voto al di sotto della sufficienza. Soltanto cinque, infatti, i giallazzurri che hanno superato il fatidico "sei". l migliore in campo è risultato l'autore della prima rete Nicolò Brighenti con 6,58. Il difensore centrale ha preceduto l'altro marcatore di giornata, anche se su calcio di rigore, Federico Dionisi (6,42).

Gli altri tre canarini che hanno superato la sufficienza sono stati: Marcus Rohden (6,33), Mirko Gori e Camillo Ciano (6,08). Andiamo a questo punto a vedere quella che è la nuova classifica del nostro concorso il Leone dell'Anno, dopo la disputa di questa quindicesima giornata di ritorno. In testa rafforza la sua leadership Marcus Rohden , che ha migliorato il suo 6,23 nell'attuale 6,24). Alle sue spalle c'è sempre Lorenzo Ariaudo(6,19), che contro la Juve Stabia è rimasto in panchina.

Accorcia il distacco dalla piazza d'onore Federico Dionisi, che da 6,17 è salito a 6,18 e ha staccato Luca Paganini che, invece, è sceso a 6,13.
Quest'ultimo adesso è in compagnia di Marco Capuano (l'ex Cagliari non ha preso parte alla sfida di lunedì sera in quanto infortunato). Molto vicino a questa coppia troviamo quindi Nicolò Brighenti, che ha migliorato il vecchio 6,11 nell'attuale 6,12, e scavalcato Francesco Bardi , sceso da 6,12 a 6,11 e ora appaiato a Raffaele Maiello (il centrocampista non ha preso parte alla sfida contro i campani).

Con media generale oltre la sufficienza troviamo, infine, Camillo Ciano (6,08), Andrea Beghetto (6,05), Alessandro Iacobucci (6,04), Mirko Gori (6,02) e Andrea Tabanelli (6,00). Tutti gli altri, invece, hanno una media voto totale al di sotto del "sei". A cominciare dalla coppia composta da Alessio Tribuzzi e Przemysaw Szyminski (5,98). Poi troviamo nell'ordine: Nicolas Haas (5,95), Andrjia Novakovich (5,93), Alessandro Salvi (5,91), Luka Krajnc (5,87), Salvatore D'Elia (5,83), Francesco Zampano (5,81), Luca Matarese (5,80), Nicola Citro (5,61), Matteo Ardemagni (5,38), fino a chiudere con Mattia Vitale (5,36).