Se tutto andrà per il verso giusto la settimana prossima sarà la più importante dallo stop imposto al campionato, dal momento che dovrebbe conoscersi la data della ripartenza di quello di Serie A. E, quindi, anche quando la B potrà rimettersi in movimento. Si è sempre parlato di ripartenze differenziate nel tempo ma il distacco dovrebbe essere minimo. Dunque la riunione di giovedì prossimo è attesa con comprensibile ansia soprattutto per sapere se il Governo darà via libera al calcio giocato  delle treserie professionistiche.

Il Frosinone comunque, continuerà ad allenarsi con le sedute di lavoro individuale che dovrà tramutarsi in allenamenti di gruppo. La squadra di Nesta li affronterà con l'organico al completo dal momento che i canarini avrebbero superato i primi controlli. Precisando, però, che due calciatori del gruppo di ventinove, che sta svolgendo sedute di lavoro individuale, sarebbero risultati positivi ai test sierologici ma non all'esame dei tamponi, cui sono stati ovviamente subito sottoposti, e che sono più importanti e decisivi ai fini del contagio. I risultati dei tamponi avrebbero riportato all'interno dell'ambiente giallazzurro la necessaria tranquillità per guardare con rinnovato slancio alla prossima fase di allenamenti.

I due canarini risultati positivi ai test sierologici potrebbero aver sviluppato gli anticorpi, rilevati dai test sierologici, dopo aver contratto, forse in forma lieve, il temibile virus da soggetti asintomatici. Domani, dunque, tutti di nuovo al lavoro alla "Città dello Sport" con i soliti tre gruppi di calciatori. Due si alterneranno sul campo nella mattinata, il terzo nel pomeriggio. Del primo gruppo fanno parte Matarese, Iacobucci, Dionisi, Paganini, Gori, Tribuzzi, Salvi, Novakovich, Citro e Szyminski. Il secondo, invece, comprende Bardi, Maiello, Ciano, Capuano, Verde, Rohden, Haas, Obleac, Luciani e Ardemagni. Infine il terzo gruppo, che si è sempre allenato di pomeriggio, è fornato da Zampano, Tabanelli, D'Elia, Beghetto, Krajnc, Brighenti, Bastianello, Vitale e Ariaudo.

Con tutta probabilità Alessandro Nesta continuerà sullo stesso standard di allenamenti in attesa di cominciare a lavorare sulla squadra, quando la società avrà tra le mani il protocollo delle linee guida da seguire nel periodo del ritiro.