L'Alatri inizierà ufficialmente la propria stagione sportiva il 25 luglio, quando la squadra si radunerà per la preparazione estiva.  Il direttore sportivo dei ciociari, Fabio Ceci, fa il punto della situazione sulle trattative di mercato portate avanti dalla società verderosa: «Siamo vicini all'acquisto di altri quattro giocatori che però ufficializzeremo nei prossimi giorni. Non voglio fare nomi, perché stiamo ancora concludendo gli accordi e finché non arrivano le firme preferisco non sbilanciarmi. Dopo le cessioni di Pompili, Mancini, Cipriani e Simone, la nostra volontà è quella di trattenere tutti gli altri elementi della vecchia guardia per puntare sulla continuità. Oltre agli acquisti di Rizzuto e Gori, ci saranno gli attesi ritorni di Sbaraglia dal Morolo e di Settanni dal Tecchiena che ci aiuteranno ad essere più competitivi. Dopodiché non sono previste altre operazioni da svolgere, se non quelle riguardanti gli età di lega».

Il dirigente degli alatrensi fissa i traguardi da raggiungere in vista della stagione 2018/19. «L'obiettivo primario rimane la salvezza. Sotto questo aspetto, la conferma di mister Marco Frioni è sinonimo di garanzia. È un tecnico di grande spessore che conosce bene il nostro ambiente e sono certo che farà rendere la squadra al massimo. Rispetto all'anno scorso abbiamo abbassato l'età media del gruppo, ma non credo che ciò rappresenterà un problema sulla lunga distanza». In conclusione, Fabio Ceci esprime delle considerazioni sul campionato. Si prospetta un girone ostico, formato da squadre ambiziose e difficili da superare. «La Promozione è sempre stata una categoria molto combattuta ed equilibrata. Per quanto riguarda la lotta al vertice, ci sono diverse compagini che si stanno muovendo bene sul mercato, come ad esempio le neo-promosse Ferentino e Anitrella. Al momento, però, la situazione è ancora da definire, dal momento che ci potrebbero essere diversi ripescaggi. Fare dei discorsi più approfonditi avrebbe poco senso in questo momento».