Il ritorno, dopo venti anni, di bomber Alessio Carlini rappresenta il gran colpo dell'estate per il Ceccano che può contare anche su due attaccanti del calibro di Daniele Colafrancesco e Simone Lucchetti. Figlio d'arte, avendo il padre Loreto giocato e allenato proprio il Ceccano, Alessio Carlini nel torneo appena concluso ha militato prima nel Città di Anagni in Eccellenza con cinque reti all'attivo e poi al Real Cassino in Promozione dove ha messo a segno, da gennaio a maggio, 15 gol per un totale quindi di 20. Classe 1981, cresciuto nel settore giovanile rossoblu, ha militato in molte squadre di serie D, tra cui l'Isolaliri dove ha conosciuto il massimo splendore con ben 120 presenze e qualcosa come 65 reti. Poi ancora tante altre squadre di serie D, Eccellenza e Promozione, come Ferentino, Boville Ernica, Zagarolo, Cassino, Morolo e ultimamente, come detto, Città di Anagni e Real Cassino per un totale di 250 marcature.

Naturalmente ha sempre espresso il desiderio di chiudere con il calcio giocato nella sua città natale. «Da tempo coltivavo questo pensiero - tiene a rimarcare il neo attaccante rossoblu - Qui sono nato e cresciuto calcisticamente, esordendo in serie D a soli 17 anni proprio con il Ceccano allora allenato da Pasquale Camillo. Debbo dire che sono contento di essere qui perché mi è stato illustrato il progetto dal direttore generale Sergio Milo e dal direttore sportivo Livio Pizzuti. Mi ha convinto la voglia in tutto l'ambiente di fare le cose in grande. E poi ritrovo compagni di tante battaglie, a cominciare dal neo allenatore Alessandro Padovani. La squadra? Inutile nascondersi o girare attorno a tante parole. Guardando i nomi dei riconfermati e quelli arrivati, a cominciare da me, non possiamo non puntare alla vittoria finale di questo campionato. Ci dobbiamo puntare con tutte le nostre forze. Poi sarà il campo, unitamente a quel pizzico di fortuna, a decidere. La concorrenza con Lucchetti e Colafrancesco? Secondo me il reparto avanzato, unitamente a quello difensivo, rappresenta il punto di forza del Ceccano in vista del prossimo torneo. Sia Simone (Lucchetti ndc) che Daniele (Colafrancesco ndc) sono due amici anche a livello privato. Dobbiamo metterci tutti a disposizione di mister Padovani il quale poi deciderà chi far giocare. Quindi una sana competizione farà sicuramente bene sia a noi che alla squadra. L'importante è farsi trovare pronti quando si è chiamati in causa».  Infine ci si augura che i tifosi tornino in massa al Popolla: «Non solo i tifosi, ma l'intera città a tutti i livelli mi auguro possa essere coinvolta in questo progetto di rinascita del calcio a Ceccano - conclude Alessio Carlini - Intanto sarebbe importante sottoscrivere tanti abbonamenti per capire anche su quanti supporters possiamo contare. Mi auguro che non manchi mai calore, incitamento e sostegno alla squadra nel corso del campionato per poterci togliere tante belle soddisfazioni».