Il Città Monte San Giovanni Campano dei presidenti Giovanni Mastrantoni e Sandro Sigismondi inizia a muoversi sul mercato calciatori in maniera fattiva. Il direttore sportivo giallo-azzurro, Ernesto Terra, aveva promesso innesti mirati e di spessore e dai primi due colpi in entrata sta tenendo fede alle aspettative. Alla corte di mister Ezio Castellucci arrivano due pezzi da novanta, che possiamo considerare un lusso per il campionato di Promozione. Si tratta dell'attaccante Mattia Perrotti, reduce da due campionati di Eccellenza vinti rispettivamente a Cassino ed Anagni, e del centrocampista offensivo Federico Grillotti, nella scorsa stagione a Roccasecca fino a dicembre ed a Casalvieri nella seconda parte del campionato. I nuovi arrivati vanno a potenziare reparti validi ma che andavano integrati, a livello qualitativo e numerico. Subito dopo aver messo nero su bianco abbiamo ascoltato i due nuovi protagonisti che vestiranno la casacca giallo-azzurra.
Perrotti, quali sono stati i motivi che l'hanno spinta ad accettare l'offerta monticiana? «Ho deciso di accettare il progetto monticiano per una serie di motivi, in primis perché conosco diverse pedine che lavorano lì. Mi riferisco in modo particolare al diesse Ernesto Terra, che stimo molto come persona, a mister Ezio Castellucci, con il quale due anni fa a Cassino ho vinto un campionato straordinario, ed ai tanti amici che giocano a Monte. Giacomo Iozzi è un amico da una vita, con Loreto Macciocca, anche lui grande amico, ho vinto il campionato a Cassino e ci troviamo alla perfezione in campo, con Mattia Veloccia giocherò per la prima volta insieme anche se ci conosciamo da sempre».

Da anni Monte era interessato a lei ed ora, finalmente, si è concretizzato l'accordo; con quale spirito si presenterà al via della nuova stagione?  «Il fatto di essere stato fortemente voluto dai presidenti Sigismondi e Mastrantoni per me è motivo di orgoglio. Si tratta di persone che ho sempre stimato e quest'anno potremo lavorare insieme. Per quanto mi riguarda giocherò per la prima volta nel campionato di Promozione; sono davvero carico sapendo di trovarmi in un ambiente sano dove si può lavorare bene».

Ritroverà mister Castellucci con cui, come diceva pocanzi, hai vinto a Cassino; che cosa si sente di dire a tal proposito?  «Castellucci è un grande allenatore e con lui ho sempre avuto un ottimo rapporto. Con un tecnico di questo spessore non si faranno mai campionati mediocri. Scelta migliore il Monte non poteva fare».

Che annata si aspetta?  «Mi aspetto un'annata importante nella quale sono convinto che reciteremo un ruolo da protagonista. Dobbiamo e possiamo puntare ad un campionato di vertice».

Cosa si sente di promettere ai presidenti ed ai tifosi giallo-azzurri?  «Prometto a tutti il massimo impegno e tanti gol con l'auspicio di vedere la tribuna del "San Marco" piena di gente pronta a sostenerci, perché quest'anno si divertiranno a guardarci giocare».

A seguire il pensiero di Federico Grillotti: «Sono motivatissimo e non vedo l'ora di tornare a vestire la casacca monticiana. Per me si tratta di un ritorno dopo aver vinto con il Monte la Promozione nel 2009. Conosco l'ambiente e molte delle persone che fanno parte della società; c'è voglia di far bene per riportare questa squadra in altre categorie».
Quali sono le sue sensazioni per l'annata 2018-2019?  «Le sensazioni sono senza ombra di dubbio positive e con un allenatore come Castellucci ed un diesse come Terra si può sognare ad occhi aperti. Da parte mia darò il massimo, come sempre, convinto di poter contribuire ad una stagione importante».