Il Real Cassino Colosseo punta nuovamente alla vetta della classifica. O almeno cercherà di rimanere in lizza fino alla fine del campionato, migliorando quella terza posizione che pochi mesi fa è valsa gli sfortunati play off subito sbarrati dalla Pro Roma, poi promossa nel massimo torneo regionale. Punto a capo, ora si ricomincia. E la società presieduta da patron Vincenzo Valente ricomincia da un habitué della vittoria: mister Fabio Gerli. Il tecnico ciociaro è reduce da ben tre promozioni di fila guidando il Città di Anagni dall'inferno della Prima Categoria ai limiti del professionismo: solo un paio di mesi fa la squadra biancorossa festeggiava il traguardo della Serie D poco prima che le strade tra tecnico e squadra si separassero.

Adesso mister Gerli è chiamato ad una nuova scalata in un campionato che si annuncia ancora molto tirato e con pretendenti di livello. «Ci riproveremo a fare un grosso campionato - asserisce il presidente verde-granata Valente- ci stiamo strutturando in maniera diversa rispetto all'anno scorso cambiando guida tecnica e direttore sportivo». Infatti tra le novità del Real Cassino Colosseo versione 2018-19 c'è l'ingresso nell'organigramma societario dell'esperto Nando Carbone, vecchia conoscenza del Cassino Calcio. Questo va a sostituire Pietro Marraffa accordatosi nel frattempo con il Casalvieri.  A Carbone e Gerli il compito di assemblare la rosa per il salto in Eccellenza. «Il nostro intento è proprio quello di puntare alla vittoria finale, anche se non sarà facile dovendo affrontare realtà importanti come il Città Monte San Giovanni Campano e il Ferentino che sono formazioni che non nascondono le loro ambizioni. Con tutto il rispetto per chi lo ha preceduto, crediamo di aver scelto un altissimo profilo di allenatore, uno abituato a vincere come testimonia il suo curriculum. Sono soddisfatto della scelta fatta ma adesso dobbiamo lavorare bene». Che Real Cassino Colosseo dovremo aspettarci? «Beh -conclude il presidente Vincenzo Valente - dei nomi non vengo informato al momento perché il lavoro lo fanno mister e direttore sportivo ma posso dire che ripartiremo dalla buona base di quest'anno».