Alessandro Rosolino non è più l'allenatore dell'Insieme Ausonia. Al suo posto è stato richiamato sulla panchina bianco-azzurra Roberto Gioia, il quale rassegnò le dimissioni dalla guida tecnica ad inizio stagione. Una scelta indubbiamente inaspettata, ma come spiega il patron Alessandro Anelli ben ponderata. «Dispiace per mister Rosolino che ritengo una persona eccezionale, oltreché un professionista di grande caratura. Purtroppo ha riscontrato difficoltà nell'adattarsi ad una realtà aziendale come la nostra. Molti giocatori hanno manifestato malumore, per cui ho deciso di ricontattare Gioia che conosce come nessun altro l'ambiente». Il presidente ausoniese ci tiene a ringraziare Alessandro Rosolino per il lavoro svolto alla guida dell'Ausonia. «Il mister ha portato la sua esperienza e la sua metodologia, contribuendo a far crescere la squadra. Devo ringraziarlo per la signorilità con cui ha intrapreso questo percorso. Gli auguro il meglio per il suo futuro».

Il ritorno di Roberto Gioia alla guida della compagine ciociara giunge con non poca sorpresa, se si pensa alle dimissioni di fine settembre. «Ciò che mi ha spinto a richiamare il nostro ex-tecnico è stata la volontà di ripristinare l'atmosfera che abbiamo creato nelle stagione precedenti, le quali ci hanno condotto a importanti traguardi. Gioia decise di lasciare la squadra, perché in quel momento fra me e lui c'era poca condivisione su alcune questioni. Fortunatamente il tempo è galantuomo e ci aiuta a riflettere, per cui questi mesi hanno portato il mister a rivalutare le sue opinioni. Come accade in ogni famiglia, quando si discute si ritorna ad essere sereni». Ora, l'importante è remare tutti nella stessa direzione e raggiungere l'obiettivo salvezza. «Mi auguro che questa decisione possa rivelarsi fruttuosa per il prosieguo della stagione. Spesso ci è capitato di perdere punti in partite nelle quali abbiamo dimostrato di essere superiori agli avversari. La squadra deve crescere sotto il profilo mentale ed agonistico, perché i valori ci sono».
Fra pochi giorni avranno inizio le trattative di mercato. Da questo punto di vista, patron Anelli dimostra di avere le idee chiare. «Innanzitutto servirà sfoltire la rosa, poi andremo a prendere tre giocatori: un centrocampista, un esterno alto e un attaccante centrale da affiancare a Mariniello». Il presidente conclude con un pensiero riguardo alla prossima partita contro il Pomezia. «A Pomezia sarà dura, ma dobbiamo cercare di fare punti per ottenere una classifica sempre più tranquilla».