Il Città di Anagni si conferma "squadra da trasferta" infliggendo il primo ko interno all'ex capolista Virtus Nettuno Lido. Subito dimenticata, quindi, l'eliminazione dalla Coppa Italia, pesante sotto il profilo del risultato, maturata davanti al pubblico amico contro un avversario alla portata come la Valle del Tevere.
Pronto riscatto, quindi , per i biancorossi che allo stadio "Chimenti" di Ardea hanno sfoderato una prova convincente al cospetto di una delle favorite alla promozione in Serie D.
«Sono davvero contento per la prestazione - le parole del tecnico anagnino nel dopo partita - Mi aspettavo una prova importante dai ragazzi e devo dire che c'è stata sotto ogni punto di vista. Rispetto al match di Coppa Italia ho cambiato diversi interpreti e, quindi, abbiamo giocato una partita brillante. Forse potevamo chiudere prima la contesa avendo sbagliato diverse palle-gol ma sono sicuramente soddisfatto. Gol su palla inattiva? Non sono frutto del caso ma sicuramente abbiamo creato anche altri presupposti per andare in rete. La vittoria credo sia ampiamente meritata». Per la Virtus Nettuno Lido primo stop interno di questa stagione, segno che il Città di Anagni ha disputato davvero una prova sopra le righe: «Non era facile portare a casa i tre punti sia per il valore dell'avversario che non aveva mai perso in casa sia per il fatto che venivamo da due sconfitte consecutive tra campionato e Coppa - continua Gerli - Adesso ci godiamo questo importante successo sudato e allo stesso tempo meritato e poi penseremo alla sfida contro la Play Eur, altra compagine davvero ostica. Obiettivi? Siamo una matricola ma non per questo dobbiamo porci limiti. L'importante è dare sempre il massimo e poi tireremo le somme. Sono sicuro che giocando in questo modo e con questo spirito di gruppo ci toglieremo tante soddisfazioni da qui alla fine del campionato».

In casa Virtus Nettuno Lido, invece, il morale non può essere dei migliori dopo una battuta d'arresto pesante per la classifica: «Credo che non si possa rimproverare nulla alla squadra - il commento del portiere biancazzurro Gabriele Bolletta. - Credo che anche contro il Città di Anagni sia stata fatta una buona prestazione. Peccato per la sconfitta perchè, forse, con un pizzico di fortuna in più avremmo portato a casa un risultato diverso. Siamo una squadra giovane e, quindi, una battuta d'arresto può starci. Abbiamo preso tre gol da palla inattiva: dobbiamo lavorare su questo se vogliamo compiere passi in avanti. La partita Coppa Italia? Non credo che abbia influito sul match contro l'Anagni. Ci è mancata cattiveria agonistica».