Diciamolo subito, la gara non è stata, a dispetto delle 7 reti segnate, una bella gara. Nessuna delle due squadre ha mostrato il miglior volto di se ma chiaramente il risultato ha premiato il Sora bocciando un Ferentino che è sceso male in campo e che ha commesso molti errori che hanno spianato la strada ai bianconeri. L'impressione è che il Ferentino abbia avuto un passaggio a vuoto e che nulla, o quasi, di quello che Pippnburg aveva preparato ha funzionato. Il Sora dal canto suo, in mancanza di un gioco che ancora non c'è, ha fatto valere la forza delle individualità e quando si è trovata in vantaggio di un uomo e di un gol ha avuto vita piuttosto facile. Il largo successo non deve, quindi, ingannare perchè il lavoro da fare è ancora molto per Ciardi ma certo espugnare il Comunale non è cosa da poco e soprattutto da morale e convinzione nei propri, tanti, mezzi.

La cronaca: pronti-via ed il Sora passa. Al 2' Prati scodella per Pagliaroli il quale mette al centro una palla che Palombi, tutto solo, impatta con precisione e spedisce nell'angolo della porta difesa da Frasca. La reazione del Ferentino è disordinata e frutto di occasioni fortuite. Al 7' D'Arpino non approfitta di uno svarione difensivo del Sora mentre al 18' De Iulis, ben servito da Mattarelli, non trova la porta da meno di 10 metri e spara alto. Gol mancato, gol subito. L'eterno adagio del calcio si conferma anche in questa circostanza e sul capovolgimento di fronte il Sora passa di nuovo. Corsetti si invola e, al limite dell'area, serve un assist al bacio per Tozzi che infila Vento con una conclusione non forte ma molto precisa. La rete subita taglia le gambe al Ferentino che prova la reazione ma senza troppa convinzione. E' l'ennesimo errore difensivo a riaprire la partita. Al 27' Sganzerla gestisce male una palla al limite dell'area e permette a Mattarelli di arrivare sul fondo e mettere al centro un cross che trova la sfortunata deviazione nella sua rete di Giorgi. La scena si ripete al 31'. Costantini tenta di saltare De Iulis al limite della sua area ma perde palla maldestramente e lascia Del Signore solo davanti a Vento che si vede trafiggere per la seconda volta. La gara si decide allo scadere del primo tempo. Una palla recuperata a centrocampo consente a Tozzi di lanciare a rete Corsetti. L'ex Latina, inseguito da Berardi, cade a due passi da Frasca e per l'arbitro è rigore e rosso per il difensore del Ferentino. Sul dischetto va Costantini che non sbaglia. Avanti di un gol ed in superiorità numerica nella ripresa il Sora gioca di rimessa attendendo il Ferentino per colpire in contropiede. Paradossalmente in 10 gli amaranto fanno vedere le cose migliori ma i tanti errori negano al Ferentino il pari e nel finale il Sora dilaga. All'89' Origlia si invola sulla fascia entra in area e subisce un fallo che induce l'arbitro a decretare il secondo penalty ai sorani. Sul dischetto va di nuovo Costantini che non sbaglia. In pieno recupero arriva il quinto gol. Stavolta Origlia si mette in proprio e segna la rete che fa calare il sipario sul match.

Tabellino
Ferentino 2 - Sora 5
Ferentino: Frasca (44'st Liberatori), Mattarelli, Navarra (8'st Severino), Titarelli (8'st Ciocchetti), Berardi, Baldassarre, D'Arpino, Pennacchia (44'st Accrachi), De Iulis, Del Signore (30'st Cirelli), Orsinetti
A disposizione: Cantagallo, Mariani, Fiorini, Jallow
Allenatore: Pippnburg
Sora: Vento, Fumagalli, Sganzerla, Giorgi, Costantini, Jammeh (9'st Mastrantoni), Pagliaroli (30'st Arduini), Prati (34'st Camara), Tozzi (19' Origlia), Corsetti (37'st Di Stefano), Palombi
A disposizione: Simoncelli, Maggese, Cialone, Paolucci
Allenatore: Ciardi
2'pt Palombi, 19'pt Tozzi, 27'pt Fumagalli (a), 31'pt Del Signore, 45'pt Costantini (r), 44'st Costantini (r), 47'st Origlia
Spera di Barletta; assistenti Fatati di Latina e Garcea di Roma 1
espulso Berardi; ammoniti De Iulis, Pennacchia, Severino, Orsinetti, Prati, Giorgi

Sconfitto il Città di Anagni al termine di una gara vibrante e ricca di episodi. Biancorossi che devono giocare per oltre un'ora in dieci dopo l'espulsione di Pucino per fallo da ultimo uomo su Bellante lanciato a rete e che dopo appena un minuto in inferiorità subiscono il gol dei locali, ad opera di Vitale, bravo nel tiro a giro che supera la barriera.


Alla mezz'ora sembra scuotersi la squadra ospite con una girata di Basilico, ma Cardoso copre bene l'angolo alla sua sinistra.

Nella ripresa i papalini si riversano in attacco e al 51' da corner trovano il pari grazie a Lamacchia. L'1-1 dura poco, sette minuti: Bellante se ne va in velocità, scavalca il portiere e deposita in rete . Al 61'′ lascia il campo anche Vitale per un doppio giallo. Ristabilita la parità numerica le due squadre si affrontano a viso aperto e i biancorossi ciociari ci provano in almeno due occasioni: Basilico si presenta davanti a Cardoso ma il numero uno gaetano respinge, Flamini sul proseguimento dell'azione calcia dal limite dell'area ma trova ancora l'estremo difensore a negare il secondo gol alla squadra di Gesmundo.
Ultimi minuti in cui il Gaeta si difende portando a casa tre punti importantissimi. Seconda sconfitta in tre partite invece per il Città di Anagni, che nel prossimo turno ospiterà il Tor Sapienza.

Tabellino
Gaeta 2 - Anagni 1
Gaeta: Cardoso, Azoitei, Spirito, Vitale, Altobelli, Busti, Perfetto (26' st Cavalieri), Sigillo (12' st Sibilio), Nohman (47' st Sfavillante), Carnevale, Bellante (37' st Lleshi)
A disposizione.: Zuccaro, Colace, De Lorenzo, Donnini, Zonfrilli
Allenatore: Bellamio

Città di Anagni: Campagna, Vitti (33' pt Silvestri), Di Razza, Iozzi, Lamacchia, Pucino, Sterpone, Fatati, Cardinali (21' st Tani), Basilico (12' st Flamini), De Vita (26' st Damiani)
A disposizione:: Zoffranieri, Ciarelli, La Terra, Folli, Caliciotti
Allen atore: Gesmundo
Musumeci di Cassino (assistenti Scarangella e Martino)
22' pt Vitale (G), 6' st Lamacchia (A), 14' st Bellante (G)
espulsi al 23' pt Pucino (A) per gioco falloso, al 16' st Vitale (G) per somma di ammonizioni; ammoniti Sigillo, Vitale, Bellante, Altobelli (G), Basilico, Iozzi, Fatati, Caliciotti e mister Gesmundo (A)