Ferentino-Città Monte San Giovanni Campano 2-3

 Monte San Giovanni Campano passa a Ferentino e stacca il biglietto per il secondo turno di Coppa. La squadra di Bottoni si dimostra più concreta in attacco e anche meglio messa dal punto di vista atletico rispetto ad un Ferentino che parte bene ma si perde alla distanza. Soprattutto nella fase iniziale della ripresa l'undici amaranto è apparso parecchio sulle gambe allungandosi sul campo e aprendo vere e proprie praterie in contropiede agli ospiti i quali, proprio in quella fase, hanno piazzato l'allungo decisivo. Una gara a due volti con il Ferentino che si è fatto preferire nel primo tempo quando ha mostrato idee e concetti di gioco interessanti ed il Monte che è uscito alla distanza mettendo in luce una solidità complessiva importante, nonostante il largo utilizzo di calciatori giovanissimi.

La gara: Pippnburg schiera il Ferentino con tre difensori in linea, Giorgi, Cellitti e Capodanno. A centrocampo la regia è affidata ai piedi di Prati e Giustini con D'Arpino, Valentino e Cialone chiamati spesso a fare l'elastico tra la mediana e l'attacco. In avanti Camilli a fare da riferimento più o meno stabile. Il Monte San Giovanni si dispone con un più canonico 4-4-2 con Celenza, Terraciano, Sili e Fumagalli in difesa. A centrocampo Bottoni si affida all'esperienza di Fortini e alla freschezza di Frellini, Ferrieri e Guidone. In attacco il riferimento è Di Folco con Mastrantoni alle spalle.
Come detto è stato il Ferentino a partire meglio. Prati e Guistini dettano tempi e lunghezze della manovra mentre gli ospiti attendono sulla linea di trequarti. Il Ferentino arriva spesso ai limiti dell'area monticiana ma la densità degli ospiti sui sedici metri ed una certa evanescenza al momento della conclusione non consente ai padroni di casa di passare. Il primo squillo arriva al 22' con Cialone che tira male da buona posizione. Al 31' viene espulso Pippnburg reo, secondo l'arbitro, di aver detto qualcosa di troppo verso la conduzione di gara. Una decisione forse eccessiva visto il clima tranquillissimo della gara. Al 36' ancora il Ferentino pericoloso con Fiorini che fallisce l'aggancio e l'occasione sfuma. Il gol però è nell'aria e arriva al 38' quando Giorgi, in proiezione offensiva, risolve una mischia in area del Monte a seguito di un calcio piazzato. Ferentino meritatamente in vantaggio, dunque, ma a quel punto la partita muta di copione. Il primo segnale di reazione è firmato da Terracciano che, di testa, colpisce il palo al 43'. Al 46' il pari: un repentino cambio di fronte del Monte lancia, sul filo del fuorigioco, Guidone il quale è freddo e insacca alle spalle di Capogna.
Nella ripresa il Ferentino prova a ripetere il gioco espresso nel primo tempo ma le gambe non ci sono e la squadra perde le distanze. Con il passare dei minuti esce il Monte che inizia a prendere campo. E' Carfora a suonare la sveglia. Dopo uno spunto al 23', l'attaccante va in gol al 26' ancora una volta approfittando di un contropiede a campo aperto. Il gol taglia le gambe al Ferentino che al 30' subisce la terza rete. Stavolta il protagonista è il giovanissimo Fumagalli che supera un paio di avversari e lascia partire un diagonale che si insacca nella porta amaranto. Sembra finita ma il Ferentino ha il merito di non mollare. I padroni di casa gettano in campo forze fresche e al 35' riaprono la sfida con un guizzo di Gobbo da corta distanza. Il Ferentino tenta l'assalto finale ma mancano le energie e non riesce più a portare pericoli dalle parti di Lisi. Dopo 7' di recupero il direttore di gara fischia la fine e consegna al Monte il passaggio di turno.

Tabellino
Ferentino-Monte S.G.Campano 2-3
Ferentino
Capogna, Fiorini F. (33'st Mariani), Giorgi, Prati (18'st Piscopo), Cellitti, Capodanno, D'Arpino (35'st Cantagallo), Giustini, Camilli (18'st Gobbo), Valentino, Cialone (37'st Maura).
A disposizione: Fiorini S., Orsinetti, Ciocchetti, Pennacchia.
Allenatore: Pippnburg
Città di M.S.G.Campano
Lisi, Sili, Fumagalli, Frellini, Celenza, Terracciano, Ferrieri (40'st Paolucci), Fortini (45'st Coratti), Di Folco (18'st Carfora), Mastrantoni (45'st Federico), Guidone.
A disposizione: De Ciantis, Reali, Zazzaro, Celio.
Allenatore: Bottoni.
Arbitro: Di Palma di Cassino
Reti: 38'pt Giorgi, 46'pt Guidone, 25'st Carfora, 30'st Fumagalli, 35'st Gobbo.
Note: espulso Pippnburg; ammoniti Cellitti e Piscopo

Colleferro-Paliano 6-5 d.c.r.

Il Città di Paliano esce dalla Coppa Italia di Eccellenza perdendo il "derby" con il Colleferro ma si arrende solo dopo la lotteria dei calci di rigore. I tempi regolamentari, infatti, si sono conclusi sul 2-2. I gol: passa in vantaggio il Paliano con Donnini al 15' (tap in vincente) ma il Colleferro ribalta il risultato e va al riposo sul 2-1. Di Cerroni, su rigore, al 28' e di Mastrella, su punizione, al 45' le reti dei padroni di casa. Il Colleferro difende il vantaggio sino all'ultimo assalto quando Martinoli, in pieno recupero, insacca di testa deviando di poco un angolo da destra e manda la sfida ai rigori. Dagli undici metri, decisivi risultano gli errori di Ronci e De Vecchis. 

Tabellino
Colleferro - Paliano 6-5 d.c.r.
Colleferro
Alessandri, Colaiacomo, Botticelli, Cataldi, Lisi, Coluzzi (Galeazzi C.), D'Albenzo (Felici), Mastrella, Cerroni, Carlini (Antocchi), Galeazzi R..
A disposizione: Galeazzi R., Semenuc, Iacobelli, Gabriele, Oriano, Polesini, Panico.
Allenatore: Battistelli. Citta' di Paliano
Reali, Pepe, Cristini (27'st Macciocca), De Vecchis, Borgia (20'st Azzawi), Nardi, Donnini, Ziantoni, Salvati (7'pt Martinoli), Cesarini (45'st Ronci), Conti (40'st Perri).
A disposizione: Perri, Porcu, Ronci, Azzawi, Alessandroni, Moretti, Martinoli, Macciocca.
Allenatore: Russo
Arbitro: Panici di Aprilia
Assistenti: Nappi e Battisti di Latina
Reti: 15' pt Donnini, 28'pt Cerroni (r), 45'pt Mastrella, 49'st Martinoli
Note: espulsi: Nardi; ammoniti: De Vecchis, Borgia, Pepe, Mastrella, Conti

Anagni-Sora 2-5 d.c.r.

Ci vogliono i calci di rigore per decidere la vincitrice del primo turno di Coppa tra le squadre di Anagni e Sora. Gara equilibrata fino alla fine, con due compagini apparenemente ancora in rodaggio pre campionato. Partita senza grosse occasioni e decisa dagli episodi.

Nel primo tempo gli uomini di mister Tersigni provano ad imporre il loro ritmo: è Flamini dalla distanza a suonare la carica. Quando il primo tempo sembra incanalarsi sul risultato di parità, uno spunto dell'ex Di Stefano coadiuvato dal capitano Cardinali porta all'episodio del rigore per l'atterramento subito dall'ex capitano del Sora da parte di Criscuolo. Dal dischetto si presenta Titarelli ed il portiere bianconero Frasca si supera respingendo la prima conclusione, ma nulla può sul comodo tap-in dello stesso centrocampista 25enne nativo di Cordoba in Argentina.
Nella ripresa mister Cavallo perde l'under Murolo. Al suo posto entra Perrone, che si rivelerà decisivo. L'Anagni sfiora il raddoppio con Flamini lanciato in contropiede, su cui Frasca esce con i tempi giusti. Gli ospiti, ieri in tenuta gialla, tentano con Rossi, il cui mancino finisce di poco alto sulla traversa. Poi al 32' giunge il pari da un'azione iniziata sulla sinistra: De Fato premia la sovrapposizione di Belotti, cross e Perrone appoggia comodo in porta. Non succede più nulla fino ai rigori, con i bianconeri impeccabili, Anagni sbaglia e dice addio alla manifestazione.

Tabellino
Anagni - Sora 2-5 d.c.r.
Città di Anagni
Viscusi, Ruscetta, Reali, Titarelli, Casalese, Formato, Navarra, Folli, Cardinali, Flamini, Di Stefano
A disposizione: Rea, Dolce, Cervini, Savone, Caliciotti, La Terra, Di Mauro, Tani Stefani
Allenatore: Tersigni
Sora
Frasca, Belotti, Murolo (6'st Perrone), Camara, Gargiulo, Ranellucci, De Fato, Criscuolo, Negro (27'st Gori), Rossi, La Porta (27'st Di Francescantonio)
A disposizione: Alonzi, Marotta, Befani, Marini, Di Ruocco, Chiacchio
Allenatore: Cavallo
Arbitro: . Benestante di Aprilia; assistenti Ruggieri e Bosco di Roma 2
Reti: 39' pt Titarelli (A), 32' st Perrone (S)
Note - Ammoniti: Criscuolo, De Fato, Gargiulo, Perrone (S). Gara disputata a porte chiuse.

Arce - Morolo 4-0

Comoda vittoria dell'Arce che nell'anticipo del sabato di Coppa Italia regola con un rotondo 4-0 il Morolo. La partita si era messa in salita per i gialloblù a causa dell'espulsione di Moriconi, ma la squadra di casa trova comunque il vantaggio in dieci contro undici al 27' per un autogol ospite. Il raddoppio arriva al 42' con Turmalaj. Nonostante l'inferiorità numerica nella ripresa Arce straripa trovando il terzo gol con una punizione del capitano Pintori. La squadra di mister Mirabello mette infine in cassaforte il match con una inzuccata di Testa al 26'.  Morolo eliminato, al secondo turno va la squadra cara al presidente Marrocco.

Tabellino
Arce - Morolo 4-0
Arce
Liberatori; Norcia; Moriconi; Pace; Marini (31' st Baldassarre); Testa; Pintori (14' st Iacob); Turmalaj ('35' st Pompili); D'Aguanno (17' pt Escudero); Basilico (27' st Federico); Gallo
A disposizione: Ferazzoli; Gesuale; Sciucco; Conti
Allenatore: MirabelloMorolo
D'Arpino; Schiavi ( 20' st Boni); Capraro; Carfagna; Massa; Savone; Santonico (35' st Costantini); Martellacci; Simone; Stazi; Silvestri (13' st Rosa)
A disposizione: Viti; Falamesca; Magliocco; Pagliaroli
Allenatore: Foglietta
Arbitro: Di Biasio di Formia; assistenti: Esposito e Scipione
Reti: autogol Carfagna 20' pt; Turmalaj 42' pt; Pintori 7' st; Testa 26' st
Note - Ammoniti: Schiavi, Capraro, Massa, Stazi, Boni; Espulsi: Moriconi