"Sono soddisfatto di quanto visto contro l'Astrea. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento: squadra corta, fluidità nella fase offensiva e inserimenti eseguiti con i tempi giusti. Stiamo lavorando tanto, speriamo che i risultati dal 27 ci diano ragione". È nitido il commento, e l'auspicio, di mister Sandro Grossi a margine dell'ultima amichevole del Cassino che ha palesato dei progressi nella tabella di marcia che porta al campionato. La Lega Nazionale Dilettanti ha confermato il via alla stagione per il 27 settembre, a prescindere da tutto. Inizia oggi l'ultima settimana senza i 3 punti in palio per i biancazzurri che saranno chiamati ad alzare i ritmi. Nel match di sabato scorso si è notato un complessivo miglioramento della performance del pacchetto difensivo, quello da cui erano attese le risposte più significative: Carcione e soci non hanno praticamente concesso nulla alla formazione romana che si candida ad essere protagonista nel rispettivo girone di Eccellenza. Da segnare con la penna rossa è stata solo una sbavatura a metà secondo tempo ha rischiato di mandare in rete i ministeriali che si sono fatti vedere in fase offensiva solo nella ripresa e solo con tiri dalla distanza. Grossi ha mischiato le carte nell'ultimo test giocandosi nei quattro difendenti addirittura 3 under: oltre a Del Giudice tra i pali, Cocorocchio e Miranda venivano schierati ai lati di Carcione. L'amichevole ha promosso i due difensori centrali under ma l'esperimento dovrà misurare la sua attendibilità contro avversari più probanti. Intanto Grossi si gode quanto visto: "Sia Miranda che Cocorocchio sono stati davvero bravi – asserisce il tecnico biancazzurro con convinzione – bisogna continuare a lavorarci bene perché i margini di crescita ci sono. Se vogliamo giocare con 3 calciatori esperti in mediana (Darboe, Lucchese e Ricamato, ndc) senza togliere nulla ad Orlando e Puca che pure hanno fatto bene, qualcosa bisogna inventarsi nella disposizione in campo degli Età di Lega". Altra novità introdotta da Grossi è stato Picascia come quinto esterno di centrocampo a tutta fascia: "E' un calciatore che sul settore sinistro può giocare dappertutto – continua – è superiore alla categoria secondo me (l'ex Rimini si è reso protagonista dell'incursione che ha fornito l'assist a Tribelli per l'1-0, ndc)". Buona la prova dell'attacco che conta su un Tribelli già in buona forma: ancora due marcature per la punta di Castelnuovo che si candida ad una stagione da protagonista. In progresso anche Vitiello il quale si è mosso molto, stesso discorso per Camara che ha fatto vedere un paio di lampi significativi come nel pre infortunio. Giglio, invece, ha bisogno di smaltire ancora i carichi di lavoro ma l'intesa con Tribelli c'è anche con la condizione fisica non al meglio. La mediana è il reparto che offre le maggiori garanzie. Accanto alle conferme di un Ricamato che torna a giocare molto vicino alla porta e un Lucchese che incrementa fortemente il tasso di esperienza, cattiveria e agonismo, continua la crescita esponenziale di Darboe che palesa una crescita tecnica ed agonistica davvero spettacolare.  Il mediano gambiano sta studiando da regista e sembra poter ambire al ruolo anche con una certa disinvoltura: ciò che si tende a dimenticare è che il buon Kawsu, nonostante le sette stagioni (con questa) in maglia biancazzurra, ha solo 23 anni e i suoi margini di crescita possono portarlo lontano dalla Serie D.