Il Cassino completa il reparto d'attacco con Domenico Vitiello ('96). Ventiquattro anni, napoletano di Torre del Greco, 187 centimetri d'altezza, il neo acquisto biancazzurro arriva dal Seravezza Pozzi, formazione toscana d'Interregionale del girone D alla quale è passato nello scorso dicembre dopo aver cominciato la sua stagione nella Sanremese, girone A.

Fisico possente e abile nel gioco aereo, destro naturale, prima o seconda punta, Vitiello risponde alle caratteristiche di flessibilità richieste da mister Sandro Grossi per l'attacco. Per la stazza che vanta Vitiello risulta anche abbastanza rapido nello stretto e palesa una buona corsa in campo aperto ma soprattutto appare molto efficace nell'attacco della profondità.

Per lui tanta Serie D: formatosi calcisticamente nel Siena, vanta esperienze soprattutto nel centro-nord Italia con le maglie di Borgosesia, Lentigione, Viareggio e Poggibonsi; la stagione migliore l'attaccante campano l'ha vissuta con i liguri dell'Argentina Arma con i quali ha siglato 9 reti nell'annata 2017-18. Per lui un'esperienza importante in Serie C, agli albori della carriera, e precisamente nella stagione 2015-16 con la maglia della Carrarese dove ha messo a segno una rete in 19 match. Con lui si chiude sia il reparto over che quello d'attacco che può contare, oltre che su di lui, anche su Giglio, Tribelli, Lombardi e Camara. Il Cassino si aspetta tanto dalla punta torrese la quale dovrà contendersi una maglia da titolare in una prima linea che qualitativamente non è affatto disprezzabile, anzi. Felice della scelta si mostra la società che nell'annuncio ufficiale specifica per tramite di mister Grossi: «La società ha concluso un buon accordo – si legge nella nota rilasciata alla stampa – Vitiello è un ottimo elemento, nonostante la giovane età ha giocato campionati importanti sia in Serie D che in Serie C. Può essere utilizzato anche da seconda punta all'occorrenza».


Vitiello si aggregherà al pari dei suoi compagni al raduno previsto per il 5 agosto quando prenderanno il via le visite mediche e i test atletici che preluderanno all'inizio della preparazione prevista per il 10 agosto.

Quindi calcio mercato finito? Sì, per il momento. Durante la preparazione, ma soprattutto dopo le prime amichevoli, potrebbe essere fatta qualche valutazione su migliorie da apportare o errori da correggere. Ma tutto passerà sempre per la valutazione di Grossi:
«Per noi è stato determinante il parere di Sandrone sugli acquisti – ha affermato Rossi – chiunque sia arrivato ha sempre avuto la sua benedizione. Abbiamo cercato di seguire i dettami del nostro allenatore per mettergli a disposizione la migliore squadra possibile considerando il nostro budget, naturalmente. Comunque sono sicuro che questa squadra che sta nascendo ci farà togliere delle soddisfazioni, credo che siamo migliorati rispetto all'anno scorso. Obiettivi? Gli annunci sono solamente molto pericolosi. Vogliamo potercela giocare con tutti, senza partire mai sconfitti, lo spirito sarà quello di provare sempre a vincerle le partite, senza paura di nessuno».