"Muore" il calcio a Cervaro. L'Atletico, formazione, tra l'altro, con buone possibilità di ripescaggio in Eccellenza, non si iscriverà al prossimo campionato, nemmeno di Promozione. Non è stato trovato l'accordo tra la presidenza del duo Claudio Stabile e Giovanni Marandola e il Comune del Cassinate per la gestione del campo sportivo "Canale".

La richiesta della società risiedeva nel fruire del terreno di gioco comunale per le gare casalinghe. L'accordo, dopo un tira e molla durato più di un mese, non è stato trovato e il sodalizio biancazzurro sarebbe stato costretto, nuovamente, a migrare in strutture limitrofe, come accaduto nell'ultima stagione sportiva, a San Pietro Infine. Stabile lo aveva detto da tempo: senza campo a Cervaro non sarebbe andato avanti.
"Niet", dunque. Scompare nuovamente il calcio nella città del Cervo: dapprima la fusione col Cassino degli anni 2000, adesso la mancata iscrizione per l'affaire campo sportivo, continua a non esserci pace per gli sportivi cervaresi. Tantissima la fatica per riemergere dalla Terza Categoria a cominciare dal 2014 fino a sfiorare il vertice regionale con il quarto posto in Promozione che avrebbe spalancato (molto probabilmente) le porte dell'Eccellenza con la costituzione del terzo girone nel massimo campionato regionale: «Purtroppo è una soluzione alla quale non saremmo mai voluti arrivare - dicono in coro patron e vice patron Stabile e Marandola - non è possibile dover giocare sempre fuori casa con una struttura a disposizione. Un anno ho resistito, ma non si può pensare di non poter mai giocare effettivamente davanti al nostro pubblico. L'impossibilità di svolgere le elezioni per il Covid 19 non ci ha permesso di avere a disposizione un interlocutore nel pieno delle sue funzioni. Purtroppo non ci sono le condizioni per andare avanti.C'è tanta amarezza. Tutto chiuso? Sì».
Non resta che sperare che forze imprenditoriali locali possano sposare una causa alle condizioni di cui sopra: anche senza l'Eccellenza, si potrebbe garantire alla città la conservazione di una categoria più che dignitosa come la Promozione.