Quasi certamente oggi sarà il giorno dell'annuncio del nuovo allenatore del Cassino. Si stringe il cerchio attorno al personaggio che prenderà il testimone di Corrado Urbano: ieri mattina è saltata la candidatura di Stefano Campolo, ex allenatore di Artena (nell'ultima stagione), Morolo ed Arce. Il sodalizio della Città Martire vira su altro scatenando la reazione social dello stesso Campolo che, su Facebook, si è detto deluso dal comportamento della società asserendo di aver un accordo sulla parola. Salgono prepotentemente le quotazioni del tecnico della Serie C, Sandro Grossi, che rimane l'unico candidato forte. Questi ieri pomeriggio ha incontrato la società per discutere i termini dell'eventuale accordo. L'operazione si dovrebbe fare quasi certamente per almeno una serie di motivi: Grossi conosce bene l'ambiente, la società e praticamente tutti i calciatori (avendo assistito a larga parte dei match casalinghi); è sicuramente un motivatore nato e sembra essere il profilo giusto per risvegliare l'assopito ambiente biancazzurro; ha la stima della stragrande maggioranza del tifo cassinate; ha una voglia matta di tornare sulla panchina della squadra della sua città dove, in aggiunta, ritroverebbe una categoria che gli manca da tempo come la Serie D dove, si può dire, che si sia espresso anche meglio rispetto alle sue (limitate) apparizioni in Eccellenza; il Cassino comincia ad avere una relativa fretta di riempiere la casellina del mister anche perché via via diverse squadre stanno scegliendo la propria guida tecnica e il rischio che i migliori si accasino altrove diventa ad ogni annuncio più concreto.
Gli stimoli non mancano da entrambe le parti alla conclusione dell'accordo e l'unico ostacolo potrebbe essere di natura economica perché Rossi & C. hanno dato una stretta ai cordoni della borsa in ragione del post Covid ma confidano, tuttavia, di trovare la quadra anche perché Sandrone scalpita. In questi giorni tace sull'argomento il suo profilo Facebook dal quale, però, ringrazia per il supporto i diversi tifosi cassinati che perorano la sua candidatura, guardandosi bene dallo smentire. Le alternative sono piuttosto poche, al momento. Nell'ipotesi in cui saltasse da subito ogni margini di trattativa con l'accordo con l'ex Vastogirardi, sono previsti per la mattinata di oggi due incontri con Silvio Di Prisco (ex Cassino, già nello staff di Urbano ed ex Real Cassino ed Isernia) ed Ermanno Fraioli (già a Roccasecca). In questo giro probabilità ed incertezze non può escludersi neanche un nuovo interessamento a Campolo al quale discapito va solamente la scarsa esperienza in categoria, anche legata all'età anagrafica, che in un ambiente molto giovane (come si preannuncia la squadra che sarà allestita da Rossi) potrebbe innescare un mix fatale. Da considerarsi con discreta serietà, sempre se dovesse saltare Grossi, un affidamento della squadra a capitan Imperio Carcione.