SuperLega Credem Banca
4a giornata di ritorno: Perugia corsara a Milano. Padova doma Sora in 4 set, Modena fa suo anche il derby di Campionato

Risultati 4a giornata di ritorno SuperLega CredemBanca:
Allianz Milano-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (28-30, 19-25, 25-27); Kioene Padova-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-1 (20-25, 25-14, 25-18, 25-23); Leo Shoes Modena-Consar Ravenna 3-0 (25-18, 25-17, 25-18).

Giocate ieri:
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Gas Sales Piacenza 0-3 (22-25, 19-25, 21-25);
Vero Volley Monza-Top Volley Cisterna 3-1 (22-25, 25-19, 25-17, 25-21).

Si gioca il 26 febbraio 2020 alle ore 20.30 :
Calzedonia Verona-Itas Trentino.

Riposa: Cucine Lube Civitanova.

Allianz Milano - Sir Safety Conad Perugia 0-3 (28-30, 19-25, 25-27) - Allianz Milano: Sbertoli 1, Gironi 4, Clevenot 4, Abdel-Aziz 20, Petric 12, Kozamernik 4, Hoffer (L), Basic 0, Alletti 2, Pesaresi (L), Okolic 0. N.E. Weber, Izzo. All. Piazza. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 0, Leon Venero 19, Russo 6, Atanasijevic 18, Plotnytskyi 5, Ricci 5, Piccinelli (L), Taht 0, Zhukouski 0, Lanza 5, Colaci (L). N.E. Hoogendoorn, Biglino. All. Heynen. ARBITRI: Rapisarda, Pozzato. NOTE - durata set: 32', 27', 27'; tot: 86'. Spettatori: 4.117. MVP: Atanasijevic.

Undicesima vittoria consecutiva in Superlega per la Sir Safety Conad Perugia che fa suo il match dell'Allianz Cloud contro l'Allianz Milano nella quarta giornata del girone di ritorno. Nell'impianto meneghino è la formazione ospite a imporsi con il punteggio di 3-0 sui padroni di casa, trovando 3 punti determinanti per la classifica. Il match, aperto dalla premiazione di Nimir come MVP Credem Banca del mese di dicembre, si è chiuso in poco meno di 90 minuti con i parziali 28-30, 19-25, 25-27.

La partita.
Sestetti base per le due formazioni, con Milano a presentare in diagonale Nimir-Sbertoli, al centro Kozamernik-Clevenot e in posto 4 Gironi e Petric con Pesaresi libero. Per Perugia il libero è Colaci, Atanasijevic-De Cecco la diagonale di posto 2, al centro Russo e Ricci (con Podrascanin rientrato a Perugia per la nascita del secondogenito) con Leon e Plotnytskyi in posto 4. È la formazione ospite a fare suo il primo parziale dopo una maratona di 32 minuti: ai vantaggi è la Sir a chiudere 28-30. L'equilibrio del secondo set viene spezzato da Atanasijevic, che trova due ace sul 17-18 lanciando Perugia sul 17-23. L'errore di Gironi al servizio vale il 2-0 per Perugia che chiude 20-25. Grande battaglia anche nel terzo e ultimo parziale con la Sir ad allungare. Petric guida la rimonta dei suoi, ma ai vantaggi è ancora la squadra di Heynen a prevalere (25-27). A prendersi la ribalta dei riflettori è il campione serbo Aleksandar Atanasijevic, grande protagonista con18 punti, impreziositi da 2 ace. A fare la differenza, nel bilancio finale del confronto, è anche l'apporto di Leon che chiude con 19 punti e 3 ace, di cui 2 decisivi nel primo parziale. Il successo umbro interrompe così la striscia positiva di Milano, che si ferma a sette vittorie consecutive, mentre prosegue il percorso della Sir Safety Conad che, con l'undicesima gioia di fila, vola a quota 39 punti, continuando a inseguire la capolista Civitanova. Perugia tornerà in campo il 2 febbraio contro Padova, mentre Milano, che nella quinta di ritorno osserverà il proprio turno di riposo, sarà di scena a Trento il prossimo 5 febbraio.

MVP: Aleksandar Atansijevic (Sir Safety Conad Perugia)
Spettatori: 4.117

Roberto Piazza (allenatore Allianz Milano): "Dispiace per la sconfitta, ma anche oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra tosta. Certo, come allenatore mi saltano agli occhi i nostri errori, ma al cospetto di una squadra fortissima la differenza nel primo e nel terzo set è stata di appena 2 punti. Dobbiamo lavorare ancora tanto, soprattutto nella mentalità. Dal punto di vista tecnico e fisico siamo sul pezzo, ma il nostro prossimo step è una crescita caratteriale".
Max Colaci (Sir Safety Conad Perugia): "Sapevamo che sarebbe stata una gara dura. Il primo e il terzo set hanno dimostrato il grado di difficoltà. Siamo felici della vittoria su un campo non semplice. Abbiamo raggiunto l'obiettivo odierno. Il nostro cammino in Campionato continua: siamo a 11 vittorie di fila, ma la Superlega è dura e lo dimostra il ritmo di Civitanova che ha perso solo una gara proprio con Milano. Dobbiamo andare avanti rimanendo concentrati come abbiamo fatto oggi".

Kioene Padova - Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-1 (20-25, 25-14, 25-18, 25-23) - Kioene Padova: Travica 3, Ishikawa 13, Polo 12, Hernandez Ramos 15, Barnes 1, Volpato 7, Bassanello (L), Randazzo 13, Danani La Fuente (L), Cottarelli 1, Casaro 0, Canella 0. N.E. Fusaro, Bottolo. All. Baldovin. Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Radke 4, De Barros Ferreira 15, Caneschi 6, Miskevich 4, Grozdanov 7, Di Martino 4, Sorgente (L), Mauti (L), Fey 0, Van Tilburg 5, Alfieri 0, Scopelliti 0. N.E. Battaglia. All. Colucci. ARBITRI: Papadopol, Giardini. NOTE - durata set: 27', 27', 25', 28'; tot: 107'. Spettatori: 2.753 Incasso: 11.658 euro MVP: Randazzo.

Vittoria sudata per la Kioene Padova, che batte il fanalino di coda Sora davanti a un pubblico delle grandi occasioni (quasi 2.800 spettatori) in un match tutt'altro che scontato. I laziali sfruttano al meglio il loro servizio nel primo set, costringendo la Kioene a rincorrere. Grazie al solito Hernandez, ma soprattutto al contributo fondamentale di Randazzo nei momenti decisivi –l quarto e ultimo set – , i patavini raccolgono il bottino pieno passando dallo 0-1 al 3-1.

La partita.
Molto combattute le prime fasi di gioco, con Sora a chiedere il primo time out discrezionale del match sul 13-11 dopo il pallonetto vincente di Ishikawa. Al rientro in campo, Caneschi colpisce al servizio ribaltando la situazione (14-15). Il neo entrato Van Tilburg trova l'ace che porta la Globo a + 3 (15-18) con coach Baldovin a richiamare i suoi in panchina gettando poi nella mischia Randazzo per Barnes. Grazie a un buon Grozdanov gli ospiti controllano il parziale chiudendo 20-25 con l'ace di Ferreira. Cambio di registro nel secondo set, con Randazzo ancora in campo per Barnes e la Kioene avanti 8-4 dopo l'errore in attacco di Grozdanov. Padova prende le redini del gioco. Sul fronte opposto Miskevich rientra in campo al posto di Van Tilburg (17-10). Hernandez inizia a picchiare duro e la Kioene vola sul 22-13. Polo manda al cambio campo col primo tempo del 25-14. Padova parte forte anche nel terzo parziale, con coach Colucci a chiamare pausa sul 6-2 dopo il turno positivo al servizio di Ishikawa. Con Ferreira alla battuta, Sora si riavvicina pericolosamente (12-11): Barnes rientra per dare maggiore sicurezza in ricezione e il muro della Kioene porta il punteggio sul 17-12. Volpato trova il set ball con il colpo del 24-17 e a chiudere è il mani out di Hernandez (25-18). L'opposto cubano della Kioene picchia duro dai 9 metri in avvio di quarto set (7-5) ma Sora ci crede e rimane vicina sfruttando bene l'apporto della panchina (12-10). Padova perde di lucidità in fase di ricostruzione e Ferreira trova la parità con la pipe del 16-16. Sul 17-19 coach Baldovin chiede time out e al rientro in campo è Randazzo a ribaltare il punteggio (21-19). E' un intenso testa a testa: Ishikawa trova la diagonale del 24-22 ed è lui a mettere il sigillo sul match col muro del 25-23.

MVP: Luigi Randazzo (Kioene Padova)
Spettatori: 2.753
Incasso: 11.658 euro

Luigi Randazzo (Kioene Padova): "Era una partita molto complicata. Volevamo rialzarci dopo la sconfitta di Coppa Italia a Perugia e sapevamo che Sora avrebbe fatto di tutto per raccogliere punti che comunque sono importanti anche per noi, soprattutto per staccarci dal gruppo che si era formato a metà classifica. Una vittoria importantissima sotto diversi aspetti, ora dobbiamo continuare a lavorare per trovare il ritmo gara ideale dopo quasi un mese di stop".
Alessandro Sorgente (Globo Banca Popolare del Frusinate Sora) : "Ci abbiamo creduto tanto, soprattutto dopo un ottimo inizio. Peccato per l'ultimo set: eravamo avanti, ma Randazzo al servizio ha fatto la differenza. Peccato perdere così, è stato un po' frustrante perché stasera un punto lo avremmo meritato. Complimenti comunque a Padova che ci ha creduto fino alla fine e ora pensiamo alle prossime due partite che per noi saranno fondamentali".

Leo Shoes Modena - Consar Ravenna 3-0 (25-18, 25-17, 25-18) - Leo Shoes Modena: Christenson 2, Kaliberda 10, Holt 10, Zaytsev 17, Bednorz 6, Mazzone 4, Iannelli (L), Rossini (L), Salsi 0, Estrada Mazorra 2, Sanguinetti 0, Anderson 2, Pinali 1. N.E. Bossi. All. Giani. Consar Ravenna: Saitta 1, Lavia 3, Cortesia 3, Vernon-Evans 6, Cavuto 7, Grozdanov 7, Batak 1, Kovacic (L), Alonso 1, Stefani 0, Recine 1. N.E. Bortolozzo. All. Bonitta. ARBITRI: Puecher, Gnani. NOTE - durata set: 23', 25', 24'; tot: 72'. Spettatori 5.000. Incasso di 50.125 euro. MVP: Zaytsev.

Tutto come in Del Monte® Coppa Italia. Un PalaPanini soldout accoglie la gara tra Leo Shoes Modena e la Consar Ravenna. La Modena Volley di Giani parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Kaliberda, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Ravenna parte con la diagonale Saitta – Vernon, Evans, in banda Lavia e Ter Horst, al centro Cortesia-Grozdanov, libero Kovacic. Parte il match ed è subito punto a punto con Modena che va sul 18-13 con una gestione perfetta degli avanti di Micah Christenson. La Leo Shoes chiude il primo set 25-18. Nel secondo parziale i gialli e Ravenna danno vita a uno spettacolo fatto di grande volley, 11-10 e il PalaPanini spinge. Scappa via Modena che va sul 20-14 e chiude il set 25-17. Il terzo set è a senso unico con Ravenna che tiene sino all'8-7, a seguire Modena cambia marcia e mette la freccia. Ssi arriva al 16-12 e il match è indirizzato. Zaytsev fa malissimo al servizio e il 21-15 è il risultato di un contrattacco perfetto della Leo Shoes, che chiude il set 25-18 e il match 3-0.

MVP: Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena)
Spettatori 5.000
Incasso di 50.125 euro

Andrea Giani (allenatore Leo Shoes Modena): "Abbiamo interpretato bene quello che dovevamo fare, finalmente ho visto ad alto livello muro e difesa. I cambi? Dobbiamo lavorare sulla parte tecnica ed è importante che tutti prendano ritmo e i titolari abbiano respiro: però è fondamentale meritarsi lo spazio in allenamento. I progressi che stiamo facendo sono il riflesso dell'attività settimanale, soprattutto per quanto riguarda l'atteggiamento in difesa".

Marco Bonitta (allenatore Consar Ravenna): "Modena ha giocato molto bene, ma noi potevamo fare di più. In attacco dovevamo lavorare meglio, in battuta abbiamo commesso troppi errori. E' un periodo non certo felice. Chiudiamo il libro immediatamente perchè adesso comincia una fase di campionato molto delicata. Ora testa bassa e focalizzazione sull'obiettivo della salvezza: da martedì torniamo in palestra e vediamo di continuare a lavorare sempre più per questo traguardo".

Giocate ieri:
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia - Gas Sales Piacenza 0-3 (22-25, 19-25, 21-25) - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Baranowicz 1, Defalco 7, Chinenyeze 6, Drame Neto 8, Carle 3, Mengozzi 2, Sardanelli (L), Rizzo (L), Vitelli 3, Hirsch 5, Marsili 0, Ngapeth 10. N.E. Pierotti. All. Cichello. Gas Sales Piacenza: Cavanna 1, Berger 3, Krsmanovic 7, Nelli 13, Kooy 20, Stankovic 6, Fanuli (L), Pistolesi 0, Scanferla (L), Fei 1, Paris 0. N.E. Yudin, Tondo, Botto. All. Gardini. ARBITRI: Florian, Curto. NOTE - durata set: 28', 31', 26'; tot: 85'. Spettatori: 332. MVP: Kooy

Vero Volley Monza - Top Volley Cisterna 3-1 (22-25, 25-19, 25-17, 25-21) - Vero Volley Monza: Orduna 0, Louati 9, Yosifov 10, Kurek 21, Dzavoronok 26, Beretta 8, Federici (L), Galassi 0, Sedlacek 1, Goi (L). N.E. Calligaro, Ramirez Pita, Capelli, Buchegger. All. Soli. Top Volley Cisterna: Sottile 0, Van Garderen 14, Szwarc 7, Patry 21, Palacios 16, Rossi 4, Rondoni (L), Cavaccini (L), Onwuelo 1, Peslac 0, Elia 1. N.E. Rossato. All. Tubertini. ARBITRI: Zanussi, Simbari. NOTE - durata set: 37', 30', 24', 31'; tot: 122'. Spettatori: 1.051. MVP: Goi.

Classifica
Cucine Lube Civitanova 42, Sir Safety Conad Perugia 39, Leo Shoes Modena 37, Itas Trentino 33, Allianz Milano 33, Kioene Padova 21, Gas Sales Piacenza 18, Calzedonia Verona 18, Consar Ravenna 18, Vero Volley Monza 18, Top Volley Cisterna 9, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 5.

1 incontro in meno: Cucine Lube Civitanova, Itas Trentino, Calzedonia Verona, Top Volley Cisterna.
2 incontri in meno: Kioene Padova, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.

Prossimo turno
Recupero 4a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca
Mercoledì 26 febbraio 2020, ore 20.30
Calzedonia Verona – Itas Trentino Diretta Eleven Sports

5a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca
Sabato 1 febbraio 2020, ore 20.30
Consar Ravenna – Vero Volley Monza Diretta Eleven Sports
Domenica 2 febbraio 2020, ore 15.30
Top Volley Cisterna – Leo Shoes Modena Diretta RAI Sport
Diretta streaming su raiplay.it
Domenica 2 febbraio 2020, ore 18.00
Gas Sales Piacenza – Itas Trentino Diretta Eleven Sports
Cucine Lube Civitanova – Calzedonia Verona Eleven Sports
Sir Safety Conad Perugia – Kioene Padova Eleven Sports
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia Eleven Sports

Turno di riposo: Allianz Milano

(A cura di legavolley.it)