N.B. Sora 57

Smit Roma 73

N.B. Sora 2000
Stirpe 15, Santucci, Castellucci, Radonjic 6, Di Prospero 13, Berardi 6, Vona 5, Jancic, Suriano, Bulatovic, Hussin 12; Coach: Ortenzi
Smit Roma Centro
Gai 8, Ligas 16, Falcinelli, Martinelli 8, Mastrelli 12, Spinosa 4, Camillo 10, Corvo 2, Giorgi 11, Provenzano 2; Coach: Marotta
Parziali: 15-18 / 17-21 / 14-16 / 11-18

Ennesima sconfitta casalinga per la NB Sora, stavolta a far festa in terra volsca è la Smit Roma che coglie proprio a Sora la quinta vittoria stagionale (57-73) dopo la sconfitta casalinga con il San Paolo Ostiense del turno precedente.
Successo meritato per capitolini che sfruttano al meglio le opportunità di gioco create.


Per i locali troppa tensione, i biancocelesti hanno vinto soltanto una volta tra le mura amiche, a fronte di 5sconfitte. Per fortuna domenica prossima si torna a giocare in trasferta, anche se su un campo difficilissimo, quello di Anzio, rimasta una delle squadre da inseguire per risalire la classifica. Riparte da Sora la rincorsa ai playoff di una buona Smit, corsara al PalaPanico al termine di una sfida praticamente sempre condotta, seppure lo strappo decisivo sia arrivato soltanto nei minuti finali. Ad ogni modo, al netto di una prestazione un po' a corrente alterna, ha di che sorridere la truppa di Marotta, che con la contemporanea sconfitta del Vis Nova aggancia addirittura il 10° posto, rendendo ancor più bella una prima parte di stagione fatta di tanti alti e pochi bassi. Ultima a farne le spese, come anticipato, la Nuova Basket di coach Ortenzi, che dopo un primo tempo tutto sommato confortante è andata via via spegnendosi, crollando del tutto a partita già abbondantemente compromessa. Merito di una Smit solida e piuttosto in controllo, che pur dovendo fare a meno del miglior Gai, limitato, almeno in parte, dal trattamento speciale pensato da Ortenzi, ha saputo trovare strade alternative per giungere alla vittoria, mantenendo comunque la solita identità difensiva. Sono toccati a Ligas i panni del primo violino, anche se la chiave di volta è stata tutta nella superiorità ospite nel pitturato, con Camillo e Giorgi a trovare rimbalzi e fondo della retina con buona continuità. Ciononostante, almeno nei primi 25' minuti di gioco, Sora è riuscita a tenersi in partita, complice innanzitutto il buon impatto offensivo di un Di Prospero sicuramente in crescita. Per Stirpe ed Hussin, invece, arriva una serata realizzativa normale, col -7 (42-49) di metà gara che è quasi un affare.
NB che peraltro riesce anche a pareggiare i conti a metà della terza frazione, ma qualche passaggio a vuoto di troppo rimette in discesa la partita della Smit, cui bastano un paio di buone accelerazioni per portare a casa i due punti.

Domenica prossima si torna a giocare in trasferta, anche se su un campo difficilissimo, quello di Anzio, rimasta una delle squadre da inseguire per risalire la classifica.