Gi Group Team Monza – Biosì Indexa Sora 3-1

(17-25, 25-17, 25-16, 25-21)


Gi Group Team Monza: Shoji 6, Dzavornok 16, Buti 6, Finger 21, Langlois 2, Beretta 10; Rizzo (L). Brunetti (L), Walsh, Terpin 7, Hirsch. N.E. Arasomwan, Botto. All. Falasca.
Biosì Indexa Sora: Mattei 6, Seganov 4, Nielsen 10, Caneschi 5, Petkovic 23, Rosso 12; Santucci (L). Penning 1, Fey 2, Mauti. N.E. Marrazzo, Lucarelli, Duncan. All. Barbiero

NOTE - (cartellino rosso a Rosso per essere entrato in campo durante la sostituzione nel terzo set sul 22-16 per Monza)

Arbitri: Sobrero Luca, Boris Roberto

Spettatori: 1272

Durata set: 22', 25', 36', 26'. Totale 1h49'

Gi Group Team Monza: battute vincenti 6, sbagliate 11, muri 5, errori 16, attacco 58%
Biosì Indexa Sora: battute vincenti 6, sbagliate 12, muri 3, errori 21, attacco 55%

Impianto: Candy Arena di Monza

MVP: Donovan Dzavoronok (Gi Group Monza)

MONZA – Prosegue la striscia positiva stagionale del Gi Group Team Monza tra le mura amiche della Candy Arena. La squadra di Falasca, dopo la vittoria nella Del Monte® Coppa Italia contro Latina, si impone in rimonta su una ben organizzata Biosì Indexa Sora 3-1 nella prima giornata della SuperLega UnipolSai 2017-2018. I monzesi, che stasera hanno dovuto rinunciare a Botto (per lui una contrattura alla schiena rimediata nel pre-partita), hanno trovato in Jernej Terpin e Donovan Dzavoronok le due pedine su cui basare il loro successo odierno. Al primo va riconosciuto il merito di aver saputo rimpiazzare l'assenza del capitano monzese con 7 punti e turni al servizio di notevole impatto, al secondo quello di aver guidato con le sue giocate (16 punti) ed i suoi 3 ace, il Gi Group Team Monza al sorriso finale. Una sfida partita in sordina per entrambi i sestetti: la Biosì Indexa, però, appare davvero velenosa al servizio. Nel primo gioco, infatti, la squadra di Barbiero approfitta dei turni al servizio di Seganov e Petkovic per destabilizzare la ricezione monzese e fare proprio il set. Nel secondo gioco arriva la reazione dei padroni di casa: il Gi Group Team inizia a carburare con il servizio, fondamentale che alla fine della gara varrà un bottino di sei punti (oltre ai tre ace di Dzavoronok anche uno di Finger e due di Shoji), impatta bene a muro con Buti e Beretta (6 e 10 punti) e difende con generosità (anche oggi super Rizzo in difesa). Sora non riesce a replicare con la stessa efficacia del prologo della sfida, Monza ne approfitta e chiude anche secondo e terzo set. Nel quarto gli ospiti sono avanti fino alla metà, poi un bel break firmato Dzavoronok (MVP della gara), consente ai monzesi di volare sul 22-17. Il rosso al capitano dei volsci Rosso chiude virtualmente gioco e gara per il Gi Group Team Monza.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Miguel Àngel Falasca (allenatore Gi Group Monza): "Stasera abbiamo espresso davvero una prova di carattere. La squadra ha saputo reagire da gruppo ad un primo set in cui abbiamo faticato in ricezione. L'inserimento di Terpin e Brunetti ha certamente dato una svolta per noi alla partita, garantendoci una più precisa ricezione soprattutto in risposta al loro ottimo servizio. Siamo stati bravi a mantenere lucidità e questo ci ha permesso di fare nostra la prima sfida di questo ostico campionato e la seconda vittoria della stagione. L'assenza di Botto? Dispiace non averlo potuto schierare a pochi minuti dall'inizio della gara ma in queste settimane ci siamo allenati per sopperire ad ogni tipo di mancanza ed oggi l'abbiamo dimostrato, con i ragazzi che sulla carta dovrebbero giocare meno e sono stati protagonisti. Ora pensiamo a continuare così che mercoledì ci aspetta un'altra sfida difficile".
Mattia Rosso (schiacciatore Biosì Indexa Sora): "Dispiace non essere riusciti a mantenere il livello del primo set. Se l'avessimo fatto probabilmente staremo qui a parlare di un'altra gara. Dobbiamo riconoscere a Monza la capacità di aver saputo leggere meglio la partita nella sua evoluzione. Dopo aver patito l'assenza di Botto in ricezione nel primo gioco sono stati bravi a prendere le misure nel prosieguo e a fare loro questo incontro. Noi siamo consapevoli di essere una squadra giovane che dovrà crescere gradualmente e trovare la sua identità. Sicuramente dopo la gara di oggi si apre per noi un cammino positivo, perché anche in questa sfida abbiamo dimostrato di poter dire la nostra".

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Grande equilibrio nelle prime battute (3-3), poi Sora firma il break con le giocate di Rosso e Petkovic, 5-3. I laziali mantengono il break fino al 6-4, il Gi Group Team Monza, infatti, tira fuori le unghie e acciuffa il pari (Finger, errore Sora), 6-6. Dopo il punto a punto fino all'8-8, il Gi Group Team fa le prove di fuga con Dzavoronok (10-8), successivamente si fa acciuffare dalla Biosì Indexa che aggancia e sorpassa i monzesi, 12-10 e Falasca chiama time-out. Si riprende a giocare: Seganov firma due ace di fila, 14-10, e Terpin prende il posto di Dzavoronok. Petkovic però gioca bene sul mani fuori (filotto di cinque punti dei sorani) e Falasca chiama a raccolta i suoi. Finger tiene in corsa Monza (16-12), la Biosì si affida a Nielsen, Rosso e alle giocate centrali di Mattei (19-13). Finale di set in discesa per gli ospiti: Sora approfitta del vantaggio accumulato per chiudere il gioco 25-17 con Caneschi.

SECONDO SET
Subito break degli ospiti, bravi ad approfittare di qualche errore monzese, 4-2. Grazie a due giocate di fila di Terpin, il Gi Group Team Monza acciuffa il pari (6-6) e tiene il passo dei sorani fino al 7-7. Grande equilibrio fino all'8-8, poi padroni di casa bravi a passare i vantaggio con Beretta e Dzavoronok (ottime difese anche di Rizzo), 11-9. I monzesi sembrano aver trovato il giusto ritmo: cresce la continuità in ricezione e la costanza in attacco, ed il Gi Group Team vola sul 14-10. Nel momento caldo della gara i lombardi hanno la capacità di gestire il vantaggio (16-13) e successivamente di incrementarlo con Terpin e Shoji, 19-13 e Barbiero chiama time-out. La Biosì Indexa cerca di rientrare nel set con l'ace di Seganov (21-17), Falasca chiama time-out e, al ritorno sul mondoflex, i suoi chiudono il gioco grazie ai lampi di Finger, Shoji (due ace) e Dzavoronok, 25-17.

TERZO SET
Ancora punto a punto di grande intensità nel prologo, con le due squadre che si rincorrono con generosità (8-8). Sono ancora i sorani, però, a sfruttare bene il loro servizio e a firmare il break (12-10) che costringe Falasca a chiamare time-out. Approfittando di due errori degli ospiti, il Gi Group Team Monza prima torna in parità (12-12) e successivamente vola sul 15-12 con le accelerazioni di Finger e Terpin e Barbiero chiama la pausa. Alla ripresa del gioco Finger prosegue a martellare bene sia in attacco che al servizio, 20-15 e Sora che fatica a reagire. Beretta ferma Petkovic, poi Penning e Nielsen tengono a galla i sorani, 22-16. Il giocatore di Sora Rosso prende il cartellino rosso per essere entrato in campo durante un cambio. Poi il gioco si ferma per una decina di minuti per problemi tecnici. Finale tutto per il Gi Group Team: Nielsen spara a rete un primo tempo, Sora commette invansione ed il Gi Group Team si aggiudica il gioco 25-16.

QUARTO SET
Il Gi Group Team Monza parte forte con Terpin, poi Sora firma il break 9-6 e Falasca chiama time-out. Al ritorno in campo Nielsen martella bene con il servizio (10-6), ma il Gi Group Team Monza reagisce con carattere e torna a meno uno con Buti (due punti consecutivi) che costringono Barbiero a chiamare time-out. Alla ripresa del gioco il Gi Group Team mette in campo cuore e tenacia: l'invasione di Petkovic, due ace di Dzavoronok, l'errore di Nielsen ed il muro di Finger consentono ai monzesi di tornare avanti grazie ad un break di nove punti (18-14) e Barbiero chiama time-out. La gara è virtualmente chiusa: alla ripresa del gioco, infatti, gli ace di Shoji e le accelerazioni di Dzavoronok e Buti chiudono set, 25-21 e partita 3-1 per il Gi Group Team Monza.

Giò Antonelli
Ufficio Stampa Gi Group Team Monza & Saugella Team Monza