Vince la Virtus Cassino all'esordio casalingo davanti al suo pubblico.
La formazione allenata da coach Vettese fa suo il match con Catanzaro giocando una buona pallacanestro ma soffre da matti per avere la meglio sui calabresi.
Brividi
Merito di Catanzaro ma anche demerito di Cassino che consegna inspiegabilmente le chiavi del secondo quarto in mano agli ospiti rischiando di sprofondare all'inferno. Il resto poi lo fanno la grinta della Virtus, tutt'altra squadra al rientro dagli spogliatoi e il maggior tasso tecnico dei locali per una vittoria che è una boccata d'ossigeno per la band di Vettese. Ma andiamo con ordine.
Pronti via ed è subito Catanzaro con il primo canestro del match firmato da Morici. Poi Cassino mette la freccia e piazza il primo break del match che costringe Tunno a chiamare immediatamente time out. 8-0 di parziale per gli uomini di Vettese che trovano prima il canestro di Cena e poi due triple in fila con Del Testa e Petrucci. Cassino vola sulle ali dell'entusiasmo e allunga ancora fino al 12-2 del 4'. Dall'altra parte Catanzaro continua a litigare con il ferro rendendo vita facile ai lunghi rossoblu. Difende forte la formazione di Vettese costringendo a più di qualche errore gli ospiti mentre dalla lunga distanza tira con percentuali di assoluto livello. Il risultato a 100 secondi dalla prima sirena vede Cassino avanti di 10 (23-13). Catanzaro prova a reagire e trova qualche canestro che la spediscono al primo mini riposo sotto di sette lunghezze (23-16).
Al rientro sul parquet gli ospiti provano a darsi la scossa e complice qualche fallo di troppo della difesa di Cassino trovano il modo di riavvicinarsi alla Virtus fino al 23-18. Cassino si innervosisce e getta più di qualche pallone mandando su tutte le furie Vettese. Una tripla di Battaglia riporta ad un solo possesso di distanza le due formazioni (23-21 al 12'). Il black out della Virtus dura ancora e Catanzaro ne approfitta per impattare il match grazie ai due punti firmati da Biordi (23-23 al 13'). L'astinenza da canestro della Virtus è di quelle imbarazzanti. Nei quattro minuti del secondo quarto in cui i rossoblù litigano con il ferro Catanzaro ne approfitta per scappare avanti sino al 23-27 del 14'. Una "bomba" di Carrizo prima e i successivi due punti dell'ex Veroli rispediscono avanti Cassino (28-27 al 15'). La partita è bella e tirata con i due quintetti che si fronteggiano colpo su colpo. All'ultimo giro di lancette Catanzaro è avanti di una sola lunghezza (34-35). Due triple in serie degli ospiti spediscono in paradiso Catanzaro che va al riposo lungo avanti di 4 lunghezze (37-41).
La ripresa
Al rientro dagli spogliatoi la Virtus spinge sull'acceleratore e grazie ai canestri di Petrucci e Di Ninno rimette nuovamente il naso avanti. Al 24' il punteggio del Pala Virtus vede ancora avanti i rossoblu di casa (46-43) che ora giocano decisamente un'altra pallacanestro. Sale il ritmo del match e quando in transizione Panzini trova una tripla impossibile che seppellisce Catanzaro il PalaVirtus ribolle d'entusiasmo. Cassino controlla agevolmente gli attacchi degli avversari che vanno in totale confusione (51-45 al 26'). Catanzaro sparisce dal campo e Cassino allunga sino al 60-47 del 28' grazie ad un Panzini incontenibile. All'ultimo mini riposo la Virtus è avanti di 16 (63-47).
Nel quarto parziale in campo è ancora Cassino a tenere in mano il pallino del gioco.
In controllo
La Virtus controlla agevolmente la sterile reazione di Catanzaro che pian piano si disunisce sotto i colpi dei cecchini rossoblu. Al 34' è ancora 67-51 in favore di Carrizo e compagni. Gli altri minuti servono a mandare i titoli di coda al match. Vince Cassino e alla fine lo fa con merito grazie ad una seconda parte di match condotta con il piglio della grande squadra.
Finisce 76-61.

Tabellino


BPC Virtus Cassino - Mastria Vending Catanzaro 76-61 (23-16, 14-25, 26-6, 13-14)
BPC Virtus Cassino: Biagio Sergio 19 (5/8, 1/4), Lorenzo Panzini 15 (1/2, 4/5), Enzo Cena 11 (4/5, 1/3), Niccolò Petrucci 10 (1/2, 2/5), Fabrizio De ninno 9 (3/5, 1/1), Manuel Carrizo 7 (2/2, 1/1), Maurizio Del testa 5 (1/1, 1/3), Giuseppe Di poce 0 (0/1, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 10 - Rimbalzi: 34 4 + 30 (Biagio Sergio 9) - Assist: 21 (Lorenzo Panzini, Fabrizio De ninno 6)
Mastria Vending Catanzaro: Pasquale Battaglia 19 (3/8, 3/5), Nicolas Morici 12 (5/9, 0/3), Ygor Biordi 11 (4/8, 1/2), Tommaso Di dio 7 (2/5, 0/3), Tommaso Pichi 6 (0/1, 2/5), Luca Calabretta 4 (0/1, 1/3), Matteo Botteghi 2 (1/7, 0/0), Nikola Markovic 0 (0/0, 0/1), Andrea Procopio 0 (0/0, 0/0), Daniele Dell'uomo 0 (0/0, 0/0), Mattia Dolce 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 12 - Rimbalzi: 21 9 + 12 (Matteo Botteghi 6) - Assist: 9 (Pasquale Battaglia 3)