Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Armando Pontone non delude le aspettative e trionfa al Mugello nel quinto round del National Trophy SS600.

"Pontonix" insieme a Simone Saltarelli, Luigi Brignoli e Marco Marcheluzzo hanno dato spettacolo a suon di sorpassi per tutto l'arco della gara. A spuntarla e salire sul podio della classe 600 al termine di una prova super il pilota di Villa Santa Lucia, davanti a Saltarelli e Brignoli.

Inevitabile la soddisfazione a fine gara: "È stata una grande prestazione quella da me fornita. Qui al Mugello con il rettilineo lungo era veramente difficile stare al comando. Ho dato il massimo, stringendo i denti nei momenti più ardui e alla fine ho portato a casa questa grandissima vittoria".

Successo che consolida il primato in classifica generale, ma il pilota del Team Bike&Motor preferisce spostare le attenzioni su altri aspetti: "Alla graduatoria sinceramente non penso, bisogna ragionare step by step. Non mi aspettavo questo risultato e credo sia il frutto del grande lavoro fatto a casa sia atleticamente che mentalmente. Col team, va detto, abbiamo lavorato alla grande in settimana sul setting e questo è stato fondamentale. Ci tengo a ringraziare il mio preparatore atletico Giorgio Bonfigli, tutto lo staff di Physiomed che cura il mio fisico stressato dopo le gare e durante gli allenamenti settimanali, Loris Oliva che mi è stato tanto vicino in questo periodo ed il mio avvocato Nicoló Rossi".

Il grazie più grande va "a tutti coloro che mi stanno supportando. I miei sponsor, il team Bike&Moror e la Motorsport Italia. Vincere è il minimo che possa fare per loro, adesso mi sento veramente forte dentro e spero di regalare altre emozioni".