Manca ormai poco, il weekend è alle porte ed è tutto pronto al Misano World Circuit "Marco Simoncelli" per la tappa italiana del Mondiale Superbike. Nella categoria Supersport 600 a gareggiare ci sarà Armando Pontone, pilota cassinate in forza al Team Bike&Motor. A poche ore dalla gara, il classe ‘92 ha esternato tutte le sue emozioni. Adrenalina e voglia di lottare a scandire le ore di avvicinamento ad una competizione di portata incredibile.

Armando, il grande giorno sta per arrivare. Quali sono le tue sensazioni e con quali obiettivi ti presenti a questa competizione?

"Sono felicissimo di questa opportunità, partecipare ad una gara valida per un Mondiale non capita a tutti. Sinceramente, però, provo anche tanto orgoglio dentro di me perché rappresentare la città di Cassino in un contesto del genere ha un valore inestimabile. Sugli obiettivi non mi sbilancio. Già venerdì nelle prove libere scopriremo il potenziale della mia moto e cercheremo di dare il massimo per arrivare il più in alto possibile, consapevoli delle difficoltà che troveremo davanti".

Venerdì scorso sei stato protagonista in conferenza stampa con il sindaco Salera e l'assessore Tamburrini. Quanto ti ha reso felice questo appuntamento?

"Tantissimo, raramente era capitata una cosa del genere. Per questo motivo ringrazio il sindaco Salera e l'assessore Tamburrini perché, dico la verità, mi hanno fatto sentire importante riconoscendo la grandezza del percorso che sto compiendo. In pista lotterò come un leone, questa è la promessa che faccio a tutti".

A Misano affronterai da avversario il top del top, te lo saresti mai immaginato guardando indietro?

"Ci saranno i 35 piloti più forti al mondo, questo basta per rendere ben chiara l'idea. Ma dentro di me sapevo che sarei ritornato a gareggiare in un palcoscenico di questo livello. Già nel 2012 e nel 2017 avevo corso in Moto 3 e nella 300 Supersport. Ho incontrato tante difficoltà lungo il mio cammino tra infortuni ed eventi che inevitabilmente mi hanno segnato. Arrivare qui con le mie forze grazie anche al sostegno delle tante persone che mi supportano rende ancor più speciale un appuntamento che voglio vivere con la spensieratezza di un ragazzino. Desidero godermi ogni singolo attimo"

È un punto di arrivo o di partenza per te?
"Mi auguro possa essere un punto di partenza, anche perché sto lavorando già per il prossimo anno ad un progetto di livello. Vorrei portare ai vertici del mondo tutti coloro che stanno credendo in me. In particolare, ringrazio il Team Bike&Motor e la Motorsport Italia, oltre a tutte le aziende che mi hanno dimostrato vicinanza con il loro contributo".