Prosegue spedita la macchina organizzativa del Rally Terra di Argil che dopo la sosta forzata del 2020 torna nel week end del 12 e 13 giugno. Ancora qualche ora alla chiusura delle iscrizioni e poi si entrerà nel vivo della settimana dell'ottava edizione della gara. Il motorsport della provincia di Frosinone riprenderà così la marcia che si era bloccata da qualche tempo a causa della pandemia Covid-19. Grandi nomi si attendono sulle strade di Pofi. Gli organizzatori hanno imbastito un'edizione curandone il minimo dettaglio. Nei giorni scorsi, durante la trasmissione Motordì condotta da Alessandro Biagi, il sindaco di Pofi, dottor Tommaso Cicconi e Marco Mingarelli della ASD Rally Game, organizzatrice dell'evento, hanno illustrato con grande entusiasmo al pubblico una prima sintesi dell'evento.

Il terzo atto della Coppa di Zona (Lazio - Puglia - Molise - Campania - Calabria - Basilicata) si preannuncia avvincente più che mai. Cresce l'attesa per gli appassionati che potranno assistere alla gara anche via streaming con dirette ed interviste. Tra gli iscritti ci saranno sicuramente i grandi nomi abituali frequentatori della gara di Pofi e delle gare di zona, ma prevedibile partecipazione di molti equipaggi provenienti da fuori zona. La gara vera e propria scatterà domenica con la disputa per tre volte delle due prove speciali in programma a "Le Fontane" (10,2 km) e una speciale "Ezio Palombi" di 8,7 km. Arrivo e premiazioni a Pofi nel tardo pomeriggio.