Che un campione come Kyle Hines dopo oltre dieci anni di onorata carriera in giro per l'Europa conquistando trofei continentali e nazionali torni a parlare di Veroli fa sempre un certo  effetto.

«Veroli, la città, la squadra sarà sempre qualcosa di speciale per me, perché mi ha aiutato a fare i primi passi della mia carriera. Senza Veroli, non penso che sarei stato in grado di avere successo anche in Eurolega, perché quegli anni mi diedero gli strumenti per diventare un giocatore e portare i primi mattoni alla mia carriera da professionista. Anche se sono passati 8 anni e non ho più avuto l'occasione di ripassarci, i ricordi sono ancora molto vivi: in quel biennio ho incontrato tanta gente che ha avuto poi impatto sulla mia vita e sulla mia carriera. Il mio cuore si è spezzato quando ho saputo che la società ha avuto problemi finanziari e la dirigenza si è vista costretta a chiudere i battenti. Sono rimasto deluso perché so bene l'impatto che la squadra ha su tutta la gente del posto. In segreto, spero sempre di finire la mia carriera laddove l'ho iniziata, e giocare l'ultima stagione a Veroli.
«Ho giocato per alcune delle squadre più importanti in Europa e ho vissuto nelle città più grandi, ma nessuna si guadagnerà la stessa ammirazione che ho per quel piccolo paese sul versante della montagna.

«Grazie Veroli, per tutto quello che mi hai dato, grazie per le persone che mi hai fatto incontrare e per le esperienze che ho vissuto, Chissà, forse ci rincontreremo presto». Queste le sue dichiarazioni di un'intervista rilasciata 3 anni e mezzo fa e ripresa dalla Gazzetta dello Sport in occasione del suo primo ritorno in Italia per affrontare l'Armani Milano in un match di Eurolega con il Cska Mosca. A distanza di tempo il destino del pivot bonsai" (è alto solo 198 centimetri) lo ha riportato ancora una volta nel bel Paese. Il centro statunitense, infatti, ha firmato un contratto biennale per la gloriosa Olimpia Milano di coach Ettore Messina. Il 33enne americano, quattro volte vincitore dell'Eurolega (due con l'Olympiacos e due proprio col Cska) è pronto a ricominciare in Italia alla corte di Ettore Messina che lo ha allenato proprio a Mosca. Ma sapete qual è stata la più grande gioia di Kyle Hines durante la trattativa tra il Cska Mosca e il club guidato da Ettore Messina? Non di prepararsi a vivere in una città dalle mille risorse e sempre più europea, ma di poter tornare al più presto a Veroli. Sì, proprio Veroli la città che lo ha lanciato nel grande basket e di cui Kyle Hines ha un ricordo indelebile. Ed ora finalmente seppur solo da semplice turista le strade di Veroli e Kyle Hines si rincontreranno molto presto. D'altronde a separare Hines da quello che è stato il suo primo amore ci sono solo tre ore e mezza di treno. E statene certi il suo primo viaggio sarà proprio in quell'angolo speciale, quasi magico che occupa un posto importante nel suo cuore da quando a 20 anni dopo la delusione dell'esclusione dall'Nba ha deciso di cominciare la sua carriera professionistica in Europa.
Per l'arrivo nella Armani manca solo l'ufficialità: ma le parole del giocatore hanno ormai chiuso ad ogni possibile dubbio. Al sito turco TrendBasket queste le prime parole di Hines sul clamoroso cambio di casacca: «Mosca è stata la casa per la mia famiglia negli ultimi sette anni, ma sentivo di aver bisogno di un cambiamento. Avevo bisogno di una nuova opportunità, con nuove sfide e cose diverse. Tutto ciò solo Milano poteva offrirmelo».

CHI E' KYLE HINES

Il ritratto di Kkyle Hines lo ha delineato con abilità il portale Real Olimpia Milano: un centro atipico. Perché pur con quelle braccia, quando sei 198 centimetri, devi essere sempre in movimento. Semplicemente eclettico, in grado di giocare da centro, e con altri lunghi. Un esempio. I giocatori con cui ha condiviso più minuti in campo? Johannes Voigtmann e Nikita Kurbanov. Ovvero un "cinque perimetrale" e un "4" talmente rapido da giocare anche da 3.

Kyle Tyrrel Hines (Sicklerville, 2 settembre 1986) è un cestista statunitense
Palmarès
Squadra
Campionato tedesco: 1
Brose Bamberg: 2010-2011
Campionato greco: 1
Olympiakos: 2011-2012
Coppa Italia di Legadue: 2
Veroli Basket: 2009, 2010
Coppa di Germania: 1
Brose Bamberg: 2011
Supercoppa tedesca: 1
Brose Bamberg: 2010
Eurolega: 4
Olympiakos: 2011-2012, 2012-2013
CSKA Mosca: 2015-2016, 2018-2019
VTB United League: 6
CSKA Mosca: 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2018-2019
Individuale
Euroleague Best Defender: 2
CSKA Mosca: 2015-16, 2017-18
VTB United League Defensive Player of the Year: 1
CSKA Mosca: 2015-16
Basketball-Bundesliga MVP finals: 1
Brose Bamberg: 2010-11

Kyle insomma, offensivamente, non è un centro che intasa l'area, ma un giocatore che dà il meglio di sé in transizione, arrivando al ferro anche in palleggio e leggendo al meglio le situazioni, con buone capacità di passaggio. Ed Ettore Messina è coach che ha dimostrato di amar giocare anche con due centri. Quindi sì, Kyle Hines può fare il 4 in quintetto "con centimetri". Quindi sì, Kyle Hines può anche giocare con Arturas Gudaitis. Tuttavia, Kyle, è soprattutto un difensore. E come tutti i difensori, un grande conoscitore del gioco, un giocatore connesso per 40', attento a leggere le intenzioni dell'avversario, accorto sul piazzamento, inesorabile in post basso. In questa sua ultima stagione al Cska ha viaggiato a 8.8 punti e 4.9 rimbalzi in EuroLeague, 5.9 punti e 4.4 rimbalzi in Vtb. Ma sono numeri. Andiamo su quella che è la sostanza. Kyle Hines ha lasciato il segno ovunque. Kyle Hines è esempio. Kyle Hines è un giocatore che Milano non aveva e che al tempo stesso eleva i valori dello spogliatoio, ora unito, della secondaria del Forum.

Kyle Hines, è quello che Dimitris Itoudis disegnò così dopo il trionfo in EuroLeague:"Il motivo per cui ho quest'uomo alla mia sinistra è perché è una leggenda vivente, non posso che esprimere la mia gratitudine. E' un ragazzo che non solo ammiro per il modo in cui tiene unito questo gruppo: quest'uomo è la mia mano sinistra, la mia mano destra, il mio stomaco, il mio cuore. E' un esempio vivente. E' pronto per diventare un allenatore"... Per quello c'è ancora tempo. Ma questo, è Kyle Hines. Una leggenda di EuroLeague per Olimpia Milano.